Rumors sulla stampa della Commissione Mobilità sulla Roma-Lido di ieri mattina - Il riassunto più azzeccato è di Leggo: "Pochi treni. Corse mancanti. Evasione dei ticket. E i soldi che non arrivano" - Ed in mezzo ci siamo noi utenti



Da Leggo.it

Pochi treni. Corse mancanti. Evasione dei ticket. E i soldi che non arrivano. Disagi e criticità della ferrovia Roma-Lido arrivano in commissione capitolina mobilità.

E’ il responsabile del settore metropolitane di Atac, Alberto Giraudi, a fare il punto. «Sono le tre stazioni Ostia antica, Acilia Sud e Tor di Valle che creano più difficoltà in termini di evasione – spiega – Ma stiamo lavorando a 360 gradi sul contrasto all’evasione con 160 persone dedicate alle sanzioni, che sono aumentate dalle 99 mila del 2015 alle 126 mila del 2016». C’è, però, un problema sull’incasso: «Se la sanzione non viene incassata entro i termini, oltre i 60 giorni non diventa nemmeno cartella esattoriale, quelle riscosse sono state 15 mila nel 2015 e 25 mila nel 2016».

Difficoltà anche per quanto riguarda le corse: «Fino a luglio 2016 abbiamo avuto l’89% di corse effettuate su quelle programmate - dice Giraudi – e in autunno-inverno il 95%. Eppure il solo 5% di corse mancanti pesa moltissimo perché le perdiamo nelle ore di punta. Dal 2015 al 2016 – aggiunge - è diminuita anche la soppressione delle corse del 50%». «Stiamo parlando con la Regione perché comunque c’è l’esigenza di treni nuovi – spiega ancora - Senza il servizio Atac non è performante».

E i fondi non arrivano ancora: «I 180 milioni per la Roma-Lido? Ancora non sono arrivati. Non so esattamente, da parte della Regione, quanto sarà diviso tra infrastruttura e rotabile né quanto sarà destinato ad Atac. Comunque da dicembre stiamo parlando con frequenza con la Regione». Intanto il sindacato Faisa Cisal ha rimandato a data da destinarsi lo sciopero Atac previsto per domani.



Se ti è piaciuto questo post, restiamo in contatto, iscriviti alla Newsletter Il Treno dei Dannati.