115 ed 870 fermi, Bambino Gesù isolato



Ancora una volta l'Ospedale Bambino Gesù è rimasto tagliato fuori per diverse ore dal servizio di trasporto pubblico capitolino, a causa della mancanza di vetture "corte" idonee al tipo di strada. La nostra proposta formalizzata nell'ottobre scorso è rimasta ancora inevasa. Eppure basterebbe molto poco


Nella giornata di lunedì l'Ospedale Bambino Gesù è rimasto ancora una volta tagliato fuori per diverse ore dal servizio di trasporto pubblico a causa dei guasti alle vetture assegnate alle linee 115 ed 870.


Queste vetture sono le cosiddette "corte" che sono le uniche idonee per salire i tornantini che portano all'ospedale. Nel mentre, come al solito, questi autobus vengono impiegati dalla rimessa Acilia su percorsi dove non sono necessari.



Stesso discorso riguarda la linea 01


Abbiamo parlato della rimessa di Acilia per un motivo preciso.

Linee 089 e 115 che servono l'Ospedale Bambino Gesù sono spesso sospese per mancanza di bus corti, ma la stessa tipologia di bus è sottoutilizzato ed in esubero nella rimessa di Acilia. Cosa impedisce di spostare queste vetture dove servono?

Nel dettaglio le linee in questione sono esercite da vetture corte, in particolare queste tre:

Uno di questi tre modelli, l'Irisbus Europolis, è presente nella rimessa di Acilia ed è sottoutilizzato, tanto che almeno 5 di questi mezzi sono impiegati attualmente su linee dove potrebbero transitare i 12 metri.

Sarebbe sufficiente spostare 6-7 20xx nella rimessa di Magliana, dando in cambio ad Acilia altrettante 60xx.

La situazione sulle linee con bus corti a Magliana si normalizzerebbe, ed al più per le 60xx in meno salterebbe qualche tabella su linee 12 metri ma senza alcuna sospensione del esercizio.

Questa era la nostra proposta fatta prima ad ottobre, poi direttamente all'Assessore Linda Meleo, poche settimane fa.

Interpellata al riguardo Atac purtroppo ha risposto che le vetture sono impegnate.
Purtroppo però basta fare una piccola analisi delle vetture ed il risultato è questo

Siamo ancora in attesa, ma soprattutto lo sono coloro che devono recarsi in ospedale - non esattamente un parco giochi - e deve essere assediato dai parcheggiatori abusivi.





Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News




Commenti