Roma, altri 40 nuovi bus Atac per potenziare le periferie


Quaranta nuovi bus a disposizione dell’Atac. Mentre il Paese, in difficoltà per l’impennata di casi Covid, si interroga sull’opportunità di mantenere all’80% la capienza dei mezzi pubblici, la sindaca di Roma presenta 40 nuovi mezzi con una cerimonia in via Ratto delle Sabine, a Casal Monastero





Il rinforzo della flotta, spiega Raggi, è «a beneficio del quadrante nord-est della città» e va a , «migliorare i collegamenti tra i quartieri e con tutta la rete del trasporto pubblico». Accanto alla sindaca l’assessore capitolino ai Trasporti, Pietro Calabrese, e l’amministratore unico di Atac, Giovanni Mottura.

Il rinnovo del parco mezzi

«I nuovi bus saranno anche al servizio della linea 344 di Atac che collega Casal Monastero al quartiere di Nuovo Salario - dice Raggi -. La utilizzano studenti e pendolari e serve a raggiungere facilmente sia la stazione Jonio della metro B1, sia la linea ferroviaria Fl1». 

Al momento, però, mancano all’appello i bus turistici necessari a dare respiro ai trasporti capitolini messi sotto pressione dall’emergenza Covid. 

I mezzi presentati a Casal Monastero rientrano nella fornitura di 328 mezzi acquistati da Roma Capitale e, da agosto, messi a disposizione dell’Atac, azienda impegnata in un difficile risanamento legato alla procedura di concordato concessa dal Tribunale fallimentare. 

Sono «vetture destinate in particolare alle periferie, così come i 227 veicoli messi su strada lo scorso anno. 

Ricordo inoltre che altri 212 nuovi mezzi arriveranno a partire dal 2021», annuncia la sindaca prima di tracciare un bilancio (forse anche in chiave elettorale) degli sforzi del Campidoglio per il trasporto pubblico locale: «Entro fine mandato avremo rinnovato oltre la metà della flotta grazie a investimenti importanti, resi possibili dal percorso di risanamento che abbiamo intrapreso con grande determinazione per rilanciare il trasporto pubblico di Roma», precisa Raggi. 

Il tutto, però, mentre in città va avanti la polemica sui trasporti della Capitale, tra assembramenti rischiosi in chiave Covid e inefficienze croniche dell’Atac.

Le critiche di Giro (Forza Italia)

«Roma è al collasso sul fronte del trasporto pubblico urbano - attacca il senatore di Forza Italia, Francesco Giro -. Intervenga il nuovo Prefetto di Roma. 

Si stanno moltiplicando in questi giorni le denunce al nuovo Prefetto su assembramenti, guasti, disservizi di bus e metropolitane. Un caos indescrivibile, principale fonte di contagi e infezioni Covid, a giudicare dai dati allarmanti e fuori controllo della Capitale».

da Corriere della Sera




Iscriviti alla newsletter! Se desideri rimanere aggiornato, inserisci il tuo indirizzo email.

* indicates required
Email Format