La Roma-Lido invasa dalla vegetazione

Roma-Lido e Roma-Giardinetti, l’associazione TrasportiAmo chiede interventi di manutenzione: “Le zone sono invase da vegetazione infestante”




Di seguito, il testo integrale della lettera inviata dall’Associazione Culturale TrasportiAmo in merito allo sfalcio/taglio dell’erba e degli arbusti nelle aree ferroviarie ex-concesse Roma-Lido e Roma-Giardinetti. 

La missiva è stata inviata ai principali organi di stampa e ad altre persone ed enti descritti a fine articolo.

Oggetto: Ferr. Roma‐Giardinetti e Roma‐Lido, sfalcio/taglio erba ed arbusti aree ferroviarie

La Scrivente Associazione,

preso atto che i sedimi delle ferrovie regionali ex‐concesse Roma‐Lido e Roma‐Giardinetti, ivi compresa la tratta la tratta sospesa all’esercizio, Centocelle‐Giardinetti, sono invase da vegetazione infestante;

Ci eravamo già occupati della cosa, parlando della situazione a Porta San Paolo e non solo

considerato che la manutenzione delle aree ferroviarie: garantisce la regolarità/sicurezza degli esercizi nonché la visibilità dei segnali da parte del personale del movimento, riduce il rischio di interruzioni del servizio a causa degli incendi o per caduta accidentale di piante, migliora la fruibilità delle zone stesse e dei luoghi di lavoro e di ispezione del personale ferroviario e limita i costi delle manutenzioni delle opere e la loro salvaguardia nel tempo; considerato altresì che il Contratto di Servizio tra Regione Lazio e Atac SpA, adottato con Deliberazione 30 dicem‐ bre 2016, n. 840, attualmente in regime di proroga, che “disciplina l’affidamento dell’esercizio di servizi di tra‐ sporto pubblico ferroviario di interesse regionale e locale sulle ferrovie Regionali Roma‐Lido, Roma Viterbo e Roma‐Giardinetti”, prevede la “manutenzione ordinaria dei beni, delle infrastrutture, dei mezzi e degli impianti di proprietà di ATAC S.P.A. nonché la manutenzione ordinaria dei beni e delle infrastrutture di proprietà di terzi, strumentali al servizio date in uso ad Atac” (Art. 2 comma 2); che il solo impiego del personale aziendale dell’ar‐ mamento, non sarebbe sufficiente a garantire la pulizia delle predette aree.

Tutto ciò premesso, visto il DPR 753/81 e successive modificazioni, chiede il Vs immediato intervento, ognuno per propria parte, al fine di sanare le criticità anzidette




Iscriviti alla newsletter! Se desideri rimanere aggiornato, inserisci il tuo indirizzo email.

* indicates required
Email Format