Subscribe Us

Atac: lotta all'evasione, i risultati di gennaio 2020

Atac: lotta all'evasione, i risultati di gennaio 2020


Atac in un comunicato traccia il bilancio del primo mese del 2020 sulla lotta all'evasione, sanzioni a +14% gennaio. Multati 620 evasori al giorno



Continua anche il trend positivo delle vendite di titoli: +2,3% rispetto a gennaio 2019

Anche a gennaio 2020 Atac prosegue il trend di crescita per ricavi da vendite e multe agli evasori. I risultati migliorano le buone performance registrate nel 2019 superando anche le previsioni di budget 2020.

Lotta all'evasione: multati circa 620 evasori al giorno. A gennaio 2020 i passeggeri controllati sono aumentati del 35% rispetto a gennaio 2019, arrivando a sfiorare quota 400 mila: circa 12.700 passeggeri controllati al giorno. 


Le sanzioni elevate, oltre 19 mila, sono cresciute del 14% rispetto a gennaio 2019. Ogni giorno, quindi, sono state trovate in media circa 620 persone senza biglietto. 

Notevole miglioramento anche per il numero delle multe pagate entro i primi cinque giorni, grazie alla fornitura di pos alle squadre di verifica che permettono il pagamento immediato della sanzione in misura ridotta con bancomat, senza costi aggiuntivi per il cliente. 

A gennaio 2020 gli incassi delle multe pagate entro i primi cinque giorni sono infatti aumentate di circa il 45% rispetto allo stesso mese del 2019.

Ricavi da vendite: continua il successo di B+. A gennaio 2020 i ricavi da titoli di viaggio hanno sfiorato i 22 milioni di euro, in crescita del 2,3% rispetto a gennaio 2019 e dello 0,8% rispetto alle previsioni di budget. 

Al risultato positivo di gennaio hanno contribuito l'eccellente andamento dei titoli de-materializzati venduti attraverso il servizio BPiù (+50% rispetto a gennaio 2019) e quello dei BIT, cresciuti del 10,5% rispetto ai dati di gennaio 2019. Ottimi risultati anche per i titoli turistici (+13,4%). 







Iscriviti alla newsletter! Se desideri rimanere aggiornato, inserisci il tuo indirizzo email.

* indicates required
Email Format


Posta un commento

0 Commenti