Per il referendum è previsto un quorum, si ma di quanto?



Sarà necessario il quorum per i referendum consultivi cittadini del prossimo 11 novembre, a Roma, sulla liberalizzazione del trasporto pubblico. E la domanda è a quanto ammonta questo quorum? Scopriamolo insieme 





Sarà necessario il quorum per i referendum consultivi cittadini del prossimo 11 novembre, a Roma, sulla liberalizzazione dell’Atac. 

Lo fa sapere il Campidoglio con una nota, spiegando: “Dal momento che la loro indizione con ordinanza sindacale numero 17 del 30 gennaio 2018 è antecedente all’approvazione e all’entrata in vigore del nuovo Statuto di Roma Capitale, sarà applicata la precedente normativa che prevede il quorum”

Da Askanews


A quanto ammonta il Quorum?



Da quanto si evince dall'articolo 10 dello Statuto di Roma Capitale per le leggi di iniziativa popolare il quorum si ottiene con un terzo degli aventi diritto al voto.


Chi ha diritto al voto? 


Come abbiamo ricordato nel post "Guida al Referendum", questi sono i cittadini che possono votare:


Alla votazione, che si svolge a suffragio universale con voto diretto, libero e segreto, partecipano tutti i cittadini iscritti nelle liste elettorali di Roma Capitale, nonché coloro che, appartenendo ad una delle categorie previste dall’art. 6 dello Statuto, si siano appositamente registrati tra l’1 ottobre e il 31 dicembre dell’anno precedente a quello di svolgimento dei referendum.

Dato che nel 2017 i cittadini che hanno diritto al voto e potenziali elettori sono 2.093.740, il quorum è poco meno di 700 mila persone.


Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News



Commenti