Atac, più guasti dell'anno scorso ma flambus diminuiti del 60%

Atac, più guasti dell'anno scorso ma flambus diminuiti del 60%


Atac, più guasti dell'anno scorso ma flambus "diminuiti del 60%". Allo studio un doppio sistema antincendio. Il report dell'azienda in commissione Mobilità. Intanto entro sabato, è la promessa, "arriveranno i primi 80 mezzi dei 227 acquistati dal Comune"



Più guasti dell'anno precedente, perché le vetture sono più vecchie, ma meno incendi. Sono i dati che emergono dal report di Atac illustrato durante una seduta di commissione mobilità. Entro sabato, garantiscono dall'azienda dei trasporti, arriveranno in strada i primi 80 mezzi della flotta nuova, dei 227 bus acquistati dal Comune tramite piattaforma Consip. Intanto però si continua a fare i conti con l'anzianità delle stragrande maggioranza delle vetture disponibili, continuamente guaste. 

"Sono aumentati, ma aumentano in tutte le aziende di tpl in funzione dell'età media - ha detto Federico Mannini, responsabile Manutenzioni di Atac - man mano che il parco mezzi invecchia i guasti aumentano e finchè non si riesce ad abbassare l'età i guasti fisiologicamente aumenteranno sempre". D'altronde, ricorda il tecnico, l'età media dei bus è ormai oltre i 12 anni di vita e il 68% è oltre i 15 anni. "I circa 400 Cursor del 2000 che ora inizieremo a sostituire sono prossimi ai 20 anni di vita utile, quando un bus solitamente viene ammortizzato in 12 anni". 

Adesso, ha sottolineato Mannini, "con l'arrivo delle vetture nuove inizieremo a vedere una riduzione guasti, ma bisogna dire che rispetto a luglio 2018, a parità di periodo (dall'1 al 25, ndr), abbiamo 6.500 corse perse in meno, che per il servizio è un dato più importante e nelle criticità estreme che stiamo vivendo lo ritengo estremamente positivo". Come spiegato dal responsabile, "sui guasti nelle vetture più vetuste come i Cursor influiscono anche le temperature, a giugno e luglio abbiamo avuto in record di caldo, tanto che quando le temperature sono state proporzionali al 2018 anche i guasti erano analoghi". E sull'aria condizionata "stiamo raggiungendo dei buoni risultati, a luglio abbiamo avuto solo 150 guasti in più rispetto allo scorso anno, si tratta di meno di un guasto al giorno in più con una flotta più vecchia di un anno, recuperando il gap che si era creato a giugno e con temperature assai più proibitive dello scorso anno. Questo vuol dire che il sistema dell'aria condizionata sta funzionando, e sta funzionando bene".

"Nuovo doppio sistema antincendio"

Mentre sarebbero diminuiti, sempre secondo i dati resi noti dall'azienda, gli incendi sugli autobus: meno 60% rispetto allo stesso periodo, "considerando solo lo sviluppo di fiamma e non la semplice attivazione dell'allarme". I flambus, così ribattezzati in rete, restano comunque un problema da risolvere (l'ultimo episodio a Portonaccio lo scorso 24 luglio). "Stiamo pensando di sperimentare un nuovo sistema antincendio a gas con una differenza rispetto a quello attuale: il sistema erogante è lo stesso intercettante, un tubo già in pressione che quando fiamma lo intercetta eroga direttamente il gas tramite gli augelli". 

Ora, ha spiegato Mannini, "faremo la sperimentazione di questo sistema che ci consentirà di mettere un'altra bombola all'interno del veicolo per avere due sistemi in sinergia, così in caso di cortocircuito sul cablaggio il sistema può direttamente intercettarlo. Si parla di una spesa che va dai 1.500 ai 3mila euro per bus". In più ha concluso il responsabile, "valutiamo l'ipotesi di adottare una soluzione simile a quella degli autobus di Bologna con un foro sulla carrozzeria nel punto critico del cablaggio, dove il conducente al momento dell'inizio di fiamma può semplicemente inserire la manichetta dell'estintore e spegnere l'incendio". 

Da Roma Today



Iscriviti alla newsletter! Se desideri rimanere aggiornato, inserisci il tuo indirizzo email.

* indicates required
Email Format




Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News






Commenti

Anonimo ha detto…
Caro signor responsabile della manutenzione, dovrebbe sapere che i guasti aumentano quando cala la manutenzione stessa o quando quest'ultima viene poco o male eseguita, non quando aumenta l'età del parco mezzi. Ancora con questa storia. Legga qui piuttosto, che sarebbe meglio:

https://www.karsan.com.tr/it/servizi-post-vendita/manutenzione-del-veicolo