Aggressione al banchetto del Referendum!


"Non sono d’accordo con quello che dici, ma darei la vita perché tu lo possa dire" dire che questa frase non vada molto di moda a Roma in questo periodo - Aggrediti ragazzi che stavano tenendo il banchetto per le firme del referendum sul TPL di Roma a Tor Bella Monaca - Non sono d'accordo sul Si, ma queste manifestazioni sono inammissibili ed ingiustificabili.


Dalla pagina Facebook di Riccardo

I compagni che stavano tenendo il banchetto per le firme del referendum sul TPL di Roma a Tor Bella Monaca sono stati barbaramente aggrediti. 

Io non appoggio l'iniziativa dei radicali, ma comunque reputo questo un atto di inciviltà atroce e mi sento in dovere di mostrare vicinanza, pur nella profonda divergenza di opinioni, a chi era lì a raccogliere le firme. 

La battaglia politica si fa sulle argomentazioni, sui ragionamenti e sulle indagini, che è quanto io da mesi sto cercando di fare. 

È solo così che la coscienza politica può crescere ed il pensiero progredire.


Nota personale: fa piacere - per modo di dire - che di questo evento non ci sia la minima traccia

Commenti

Anonimo ha detto…
Dispiace per quanto accaduto, la violenza non è mai un arma per manifestare dissenso. Dispiace anche però che i radicali percepiscano 12,8 milioni di euro di fondi pubblici, per radio radicale e che si siano svegliati tardi dal loro consueto torpore camaleontico di un partito sempre al servizio della politica becera e corrotta. Non ho mai condiviso le battaglie di Pannella ma almeno ci credeva in ciò che faceva e cercava di distinguersi dalla massa dei politici.
Unknown ha detto…
Ma sono i famosi "aggrediti" dai clashcityworkers ? No vabbè se dirgli in faccia che hanno argomentazioni sbagliate e dettate dalla politica del capitalismo è aggressione allora nn lamentiamoci più di nulla...continuate a mettere like x sentirvi rivoluzionari
Anonimo ha detto…
Le "aggressioni" invisibili dei radicali(chic) ex pd ex candidati trombati che vogliono mangiare depredando il bene pubblico...radicali(chic).
Grandi #clashcityworkers