Lo smantellamento del trasporto pubblico a Roma

Lo smantellamento del trasporto pubblico a Roma


ATAC da diversi anni non pubblica più i dati sul numero di passeggeri trasportati. A Luglio però nelle stazioni Metro è apparso un cinegiornale con dei numeri abbastanza curiosi



Questi i numeri di cui abbiamo parlato anche analizzando i cinegiornali che stanno andando in onda a luglio ed agosto sulle metropolitane:

  • 880 Milioni di passeggeri su bus e tram
  • 320 Milioni di passeggeri sulle linee metro

Per le ferrovie Roma-Lido, Roma-Viterbo, Termini-Centocelle non compaiono informazioni, ma in linea con gli ultimi dati disponibili si possono presumere:

  • 50 Milioni di passeggeri per le 3 ferrovie ex-concesse

per un totale di 1 Miliardo e 250 Milioni di passeggeri l’anno su tutta la rete ATAC, quasi la popolazione dell’intera India.

Il numero viene calcolato come somma degli accessi su tutti i mezzi della rete, quindi una singola persona che sale su 10 mezzi differenti in un singolo giorno viene conteggiata come 10 passeggeri. 

Il numero sembra comunque un po’ alto, per esempio i dati ufficiali sugli accessi alle Metro nel 2018 parlano di 215 Milioni di ingressi ai tornelli (come si arriva fino a 320 Milioni?) 


Questo il link del tweet
Confrontando i dati ufficiali del 2010, ultimo anno in cui il trasporto pubblico era ancora ai limiti della sufficienza, con i numeri del 2018, emerge un dato molto allarmante.



Dal 2010 al 2018 il servizio nel complesso è peggiorato, e a causa di questo in soli 8 anni si è arrivati a perdere quasi 330 Milioni di passeggeri all’anno. 

Tradotto significa che ogni giorno 1 Milione di spostamenti non sono più effettuati coi trasporti pubblici

Ma il dato ancora più incredibile è quello delle Metro: nonostante il significativo aumento del servizio (+32%), dovuto all’apertura della tratta B1 della Metro B (2012-2015) e della Metro C (2015-2018), l’utenza è clamorosamente diminuita, probabilmente a seguito della generale diminuzione di passeggeri per i continui disservizi.

Questo è un fatto drammatico e gravissimo. 

Significa più traffico, più inquinamento, più incidenti, più costi di manutenzione per mezzi e infrastrutture, più ore passate su un mezzo per strada, più consumi energetici, in sintesi un pesante peggioramento della qualità della vita per tutta la città.

E altri dati lo confermano, Roma ha conquistato il 2° posto nel mondo per ore passate nel traffico, ed il numero di incidenti stradali è schizzato alle stelle.

Questa la sintesi del rapporto
Il Report del Sole 24 Ore
Roma ha urgente bisogno di consistenti investimenti sulla mobilità, e di recuperare quella credibilità ormai persa nel trasporto pubblico e nell’Amministrazione capitolina.




Di Mercurio Viaggiatore uno che mal sopporta la falsa manipolazione dei dati, per cui li analizza e li presenta in modo semplice e chiaro, spesso mostrando che il re è nudo. Per informazioni o segnalazioni mercurio@odisseaquotidiana.com

Leggi tutti i post di Mercurio Viaggiatore


Iscriviti alla newsletter! Se desideri rimanere aggiornato, inserisci il tuo indirizzo email.

* indicates required
Email Format




Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News






Commenti

Anonimo ha detto…
Roma ha bisogno principalmente di una nuova cura del ferro. Il problema è che qui nemmeno una tratta ferroviaria già bella e pronta come quella di Vigna Clara non si riesce ad aprire per colpa di quattro cialtroni che si oppongono, nonché di chi li sta pure a sentire, perciò non c'è molto da sperare. Poi bisogna ricreare un'azienda di trasporto locale seria ed efficiente, cosa però ancora ben lungi dall'essere realizzata, a causa anche di una giunta che non sta dimostrando di saper prendere scelte giuste al riguardo.