Header Ads

Metro A, chiusa la stazione Cornelia: il calvario dei pendolari

Metro A, chiusa la stazione Cornelia: il calvario dei pendolari


Stazione Cornelia chiusa, Baldo degli Ubaldi pure: il calvario dei pendolari verso la Metro A. L’Aurelio senza due stazioni nevralgiche: a Cornelia l'approdo dei pendolari in arrivo da litorale e comuni a nord di Roma 


Chiusa dal 30 dicembre fino a data da destinarsi: la metro A resta orfana pure della stazione Cornelia. La fermata nel cuore dell’Aurelio è infatti sottoposta a lavori di "revisione ventennale", ossia manutenzione straordinaria su scale mobili e ascensori. 

Metro A: chiuse stazione Cornelia e Baldo degli Ubaldi

Nelle immediate vicinanze, sempre per interventi di manutenzione, chiusa anche la stazione Baldo degli Ubaldi che, interdetta dallo scorso 18 ottobre, dovrebbe riaprire a metà gennaio. Così l’Aurelio inizia il suo nuovo anno senza stazioni metro. Quelle più nevralgiche. 


Chiude stazione Cornelia
fine lavori non comunicata
Stazione Cornelia chiusa: il calvario dei pendolari

Sì perché a Cornelia è un crocevia importante, non solo per quella zona della Capitale: un nodo di scambio che ogni giorno vede transitare circa 15mila persone in arrivo o partenza da e verso il litorale e i comuni a nord di Roma.

E’ li che approdano i pendolari di Ladispoli, Cerenova, Cerveteri, Marina di San Nicola, Santa Marinella, Santa Severa, Civitavecchia, Tolfa, Civita Castellana, Sant’Oreste, Rignano Flaminio, Sacrofano, Morlupo, Magliano Romano e Castelnuovo di Porto.

Per loro, nonostante la navetta di Atac MA13 che collega la stazione Cornelia alla stazione di Valle Aurelia dove gli utenti possono accedere alla metro A o al servizio ferroviario FL, l’inizio del 2020 si preannuncia un vero e proprio calvario. 

La denuncia: “Pendolari pagano mal governo Raggi”



“Con la chiusura della fermata Cornelia della Linea A della Metropolitana si annunciano gravissimi disagi, oltre che per i romani, anche per i pendolari alla ripresa del lavoro dopo le festività natalizie. 

Chi proviene o dovrà raggiungere il litorale e i comuni limitrofi a nord di Roma, utilizzando i bus Cotral dal terminal Cornelia – piazza Giureconsulti, troverà la pessima sorpresa con cui iniziare l’anno nuovo. 

Migliaia e migliaia di pendolari che pagheranno il malgoverno del Campidoglio guidato dalla Raggi” – ha scritto in una nota il consigliere della regione Lazio, Enrico Cavallari di Italia Viva. 

 “La manutenzione è sacrosanta e va fatta, ma non è possibile chiudere così un intero quartiere. Era necessaria una programmazione a monte per garantire il servizio pubblico” - prosegue la consigliera Arianna Ugolini, capogruppo di Italia Viva nel Municipio XIII.


Quello che i commercianti
di Baldo e Cornelia non sanno
L’Aurelio resta senza metro

Con la chiusura di Cornelia non solo disagi per i pendolari in arrivo o alla volta di fuori Roma, ma anche qualche difficoltà per chi vuole raggiungere il cuore dell’Aurelio dove sorgono strutture sanitarie, come l’IDI, e sedi amministrative come quella istituzionale del Municipio XIII dove vengono erogati tutti i servizi alla cittadinanza. 

“Un disagio – aggiunge Ugolini - che si somma alla chiusura della fermata di Baldo degli Ubaldi che finisce per intrappolare residenti, romani e pendolari, di cui risente anche il commercio locale con un calo delle vendite del 30%”.

La protesta: “Chiude Cornelia, ma quando riapre?”

Sabato scorso la protesta di residenti e pendolari proprio davanti al cancello serrato di stazione Cornelia. Tutti da quelle parti, pur comprendendo le ragioni della manutenzione, si chiedono quando riaprirà la fermata e perché sia stata chiusa proprio in concomitanza con quella vicinissima di Baldo degli Ubaldi lasciando un quadrante così trafficato e frequentato senza accesso metro. 

Da Roma Today







Iscriviti alla newsletter! Se desideri rimanere aggiornato, inserisci il tuo indirizzo email.

* indicates required
Email Format



Nessun commento:

Powered by Blogger.