Subscribe Us

Arrivano i fondi per le metro di Roma!


Oltre 425 milioni per le linee metro A e B di Roma. Oggi abbiamo firmato con il ministro Danilo Toninelli la convenzione tra Campidoglio e il Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti per il passaggio ufficiale di questi fondi nelle casse capitoline



Purtroppo le nostre linee metropolitane e soprattutto la linea A, scontano una vetustà strutturale e impiantistica che causa spesso rallentamenti e blocchi. E questo è inaccettabile. 

Problemi aggravati peraltro da anni di incuria e abbandono manutentivo. La migliore risposta da dare ai cittadini è intervenire concretamente per l'ammodernamento di queste due linee della metropolitana.

Risorse che si traducono in metro più sicure ed efficienti, treni in orario, nuovi binari, adeguamento degli impianti elettrici, gallerie e banchine delle stazioni rinnovate. 

Una cascata d’investimenti per intervenire in maniera massiccia sulle linee della nostra città per renderle moderne, veloci e puntuali.

Ecco l’elenco degli interventi: 184 milioni di euro per banchine di galleria, impianti anti-incendio e interventi di adeguamento dell’alimentazione elettrica; oltre 134 milioni di euro per la fornitura di 14 treni per le linee A e B; 66 milioni di euro per la manutenzione straordinaria del materiale rotabile; 36 milioni di euro per il rinnovo materiale rotabile della tratta Anagnina-Ottaviano; circa 5 milioni di euro per un sistema di controllo del traffico treni e pannelli informativi agli utenti.

Interventi strutturati, nessuna operazione spot. Una lunga lista per migliorare la qualità della vita di tutti e rendere il servizio metropolitano davvero efficiente.

Queste le parole del Sindaco Virginia Raggi dal suo profilo Facebook, ne siamo contenti, soprattutto pare avere le idee chiare su cosa bisogna fare, ci piacerebbe, come richiesto ieri, avere anche una tempistica degli interventi.

Adesso ci sono i soldi, non c'è tempo da perdere!



Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News






Posta un commento

1 Commenti

Anonimo ha detto…
Meglio così! Però mi vengono spontanee alcune domande. Perchè, fino ad ora, non si è fatta una manutenzione regolare ed accurata ad impianti fissi e materiale rotabile? Se si fosse fatta, non ci sarebbero bisogno di "urgenti interventi di manutenzione straordinaria". Quando poi furono comprati i treni CAF, non si pensò anche alle necessarie revisioni cicliche, senza aspettare che tutti itreni in blocco avessero bisogno di revisione generale? O l'importante è "comprare mezzi nuovi" tanto per fare propaganda elettorale, lasciandoli poi degradare, tanto chi se ne frega, sarà un problema di quelli che verranno? Perchè tanto, parliamoci chiari: ben vengano questi interventi, ma non si deve aspettare il degrado totale per poi doverci arrivare per forza, intervenendo all'ultimo momento "così ci facciamo pure un po' di propaganda". Non lo trovo corretto nei confronti dei cittadini contribuenti.