Metro A: chiediamo una commissione mobilità per gestire l'emergenza

interruzione Metro A


Anche quest’anno il blue Monday, ossia la giornata più triste del mondo, Atac ha onorato la ricorrenza con un micidiale guasto della linea A della metropolitana, bloccata prima tra Battistini e Ottaviano e in seguito dimezzata a Termini per consentire l’intervento di ripristino.


L’interruzione è stata causata dal il distacco parziale del filo di contatto che alimenta i treni.

interruzione Metro A
Carro TE effettua la riparazione presso la stazione Ottaviano (foto CESMOT)

Un fatto estremamente inquietante se si pensa che solo nel mercoledì scorso, il 16 gennaio, si era verificato un blocco analogo della linea a causa del distacco di 15 centimetri di corsa della rotaia sempre in prossimità dei deviatoi di Ottaviano.


interruzione Metro A

Alla luce di questi allarmanti e ripetuti episodi, che potrebbero mettere in discussione l’integrità della metropolitana, questo blog richiede con massima urgenza la convocazione di una Commissione Mobilità che affronti le criticità delle linee A e B e fornisca risposte circa la tempistica di spesa dei 452,25 milioni messi a disposizione del MIT per la manutenzione delle infrastrutture stesse.






Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News






Commenti

Anonimo ha detto…
Tutto giusto. Però non dimentichiamoci che non solo la linea, ma anche i treni CAF avrebbero bisogno di una revisione generale...
Anonimo ha detto…
A giudicare da quanto riportato in questo articolo, qualcosa si comincia a muovere, finalmente:

http://www.ferrovie.it/portale/articoli/8152
Andrea Castano ha detto…
Per Anonimo del 22/1 13.32 Nei soldi stanziati c'è anche spazio per la revisione del materiale rotabile
Andrea Castano ha detto…
Per Anonimo del 22/1 delle 19.51 Si, finalmente e poco mi importa che siano fondi stanziati dallo scorso governo... l'importante è che ci siano e che siano usati bene e velocemente
Anonimo ha detto…
Per Andrea Castano: e meno male! Temevo che si fossero dimenticati che i 39 treni CAF in servizio sulla linea A hanno bisogno di essere revisionati...però il discorso è che non si dovrebbe arrivare ad una situazione simile. La manutenzione di impianti fissi e convogli dovrebbe essere sempre regolare ed accurata, non che per anni si fa poco o nulla e poi, tutto ad un tratto, la situazione precipita ed occorrono fondi straordinari per risistemare il tutto.
Io ho avuto occasione di partecipare ad una visita alla metropolitana napoletana, dove circolano anche alcuni treni serie MA 100 ex metro A ceduti alla Campania, più esattamente alla Alifana Bassa. Beh, i tecnici campani ci hanno raccontato che si sono quasi scandalizzati di come erano ridotti quei treni, quando arrivarono a Napoli. Ed infatti, per rimetterli a posto, è servita una revisione generale estremamente impegnativa.
Per inciso: la visita di cui parlo è questa:

https://mondotram.freeforumzone.com/d/7396105/Napoli-visita-del-GRAF-a-MetroCampaniaNordEst-e-MetroNapoli/discussione.aspx/1