Subscribe Us

DL Rilancio | Arrivano i rimborsi degli abbonamenti

DL Rilancio | Arrivano i rimborsi degli abbonamenti

Dopo più di due mesi dall’annuncio, tra baruffe politiche e verifiche della Ragioneria di Stato, è stato varato il Decreto Legge “Rilancio” contenente una serie di corpose misure dal valore di 55 miliardi di euro - Arrivano i rimborsi degli abbonamenti



Si tratta di uno dei documenti finanziari più corposi mai varati nella storia della nostra Repubblica e richiede, anche per quanto riguarda il capitolo mobilità, un miniciclo di approfondimenti specifici.

In questo articolo parliamo dei rimborsi agli abbonamenti del trasporto pubblico, ma potete anche consultare:


Poiché il Decreto non è stato ancora pubblicato in Gazzetta Ufficiale, tutti gli articoli sono riferiti alla bozza del 13 maggio circolata alle ore 17:00. Sarà nostra cura quindi avvisarvi di eventuali (plausibilmente lievi) modifiche del DL definitivo rispetto al testo di riferimento.

Articolo 209-duodieces, misure di tutela per i pendolari di trasporto ferroviario e TPL

1. Possono accedere alla richiesta di ristoro di cui al comma 2 i soggetti, pendolari per motivi di lavoro o di studio, utenti di aziende erogatrici di servizi di trasporto ferroviario ovvero di servizi di trasporto pubblico locale, per cui ricorrono le seguenti condizioni: 

a) possiedono un abbonamento ferroviario o di trasporto pubblico locale in corso di validità durante il periodo interessato dalle misure governative di cui ai decreti del Presidente del Consiglio dei ministri attuativi dei decreti-legge 23 febbraio 2020, n. 6, e 25 marzo 2020, n. 19; 

b) possono dichiarare, sotto propria responsabilità, previa autocertificazione ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, che non hanno potuto utilizzare, del tutto o in parte, il titolo di viaggio di cui alla lettera a) a causa delle misure governative ivi citate. 

2. I soggetti di cui al comma 1, al fine di procedere alla richiesta di ristoro, comunicano al vettore il ricorrere delle situazioni di cui al medesimo comma 1, allegando la documentazione comprovante il possesso del titolo di viaggio di cui al comma 1, lettera a) e l'autocertificazione di cui al comma 1, lettera b). 

3. Entro quindici giorni dalla ricezione della comunicazione di cui al comma 2, il vettore procede al ristoro, optando per una delle seguenti modalità: 

a) emissione di un voucher di importo pari all'ammontare di cui alla lettera a) del presente comma, da utilizzare entro un anno dall'emissione. 

b) prolungamento della durata dell’abbonamento per un periodo corrispondente a quello durante il quale non ne è stato possibile l’utilizzo”

Andando a tradurre in parole semplici l’articolo 209-duodieces, lo Stato ha attivato su tutto il territorio nazionale la possibilità di accedere al rimborso degli abbonamenti di trasporto pubblico siano essi, nel caso del Metrebus, annuali o mensili.

Per accedere al rimborso, che sarà emesso con tutta probabilità nella forma (b) di un prolungamento dell’abbonamento stesso, sarà necessario presentare presso l’azienda di trasporto l’istanza di rimborso formata da due documenti:

  1. Ricevuta fiscale che attesti l’acquisto dell’abbonamento;
  2. Modulo di autocertificazione nel quale si dichiara di non aver potuto godere anche parzialmente dell’abbonamento a causa delle misure anticovid.

È bene ricordare che gli articoli del Decreto Legge hanno un carattere generale: sono poi le Regioni, quindi i Comuni, a declinarlo nelle maniere che ritengono più opportune. 

Avremo cura di aggiornarvi nei prossimi giorni sui decreti attuativi della Regione Lazio, iscrivetevi alla newsletter!





Iscriviti alla newsletter! Se desideri rimanere aggiornato, inserisci il tuo indirizzo email.

* indicates required
Email Format

Posta un commento

0 Commenti