Cotral - Nuovi bus, vecchie polemiche


Nel giorno della presentazione dei 360 nuovi Solaris InterUrbino di Cotral, ricominciano le polemiche (infondate) riguardanti l'assenza delle cinture di sicurezza a bordo di questi mezzi



Bus nuovi, vecchie polemiche; si ritorna a parlare dell'assenza nei nuovi bus delle cinture di sicurezza, così come avvenne pochi mesi dopo l'arrivo della prima tranche di Solaris InterUrbino, nel 2018.

Una polemica del tutto infondata, come possiamo anche leggere nei comunicati stampa di Cotral:
Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (Direzione Generale per la motorizzazione – Divisione 2 – con atto prot. numero Div. 2 M2 -503/71164) ha chiarito testualmente che “per i veicoli di classe II appartenenti alla categoria M2 o M3 non sussiste l’obbligo di essere muniti di cinture di sicurezza.”
La polemica era scoppiata in seguito ad una sanzione della Polizia Locale di Viterbo, avvenuta il 22 marzo 2018, secondo la quale il bus sarebbe dovuto essere equipaggiato di cinture di sicurezza.


🎥 Perché gli autobus non hanno
le cinture di sicurezza
Dopo questo avvenimento, l'azienda aveva presentato ricorso in opposizione al verbale, poi accolto dal Giudice di Pace che ha di fatto dichiarato la non necessità di dotare di cinture questi bus.

Si tratta dunque di bus perfettamente omologati ed in regola per prestare servizio sulle strade del Lazio, per un servizio che migliorerà sicuramente giorno dopo giorno.

Autore: @TplRoma, blogger per Odissea Quotidiana, studente, appassionato di trasporti sin da piccolo e autore di #AutobusDiRoma, una rubrica che serve a spiegare su quali autobus saliamo ogni giorno!
Leggi tutti i post di @TplRoma



Iscriviti alla newsletter! Se desideri rimanere aggiornato, inserisci il tuo indirizzo email.

* indicates required
Email Format