Sciopero bianco dei macchinisti della Roma-Lido?

Lo sciopero bianco dei macchinisti della Roma-Lido


E così dopo un anno di relativa tranquillità, da un paio di settimane a questa parte i treni paiono rompersi di continuo, costringendoci a fare dei viaggi in condizioni allucinanti ed a arrivare continuamente in ritardo, per non parlare dei continui malori



La colpa di tutto ciò? Indubbiamente dei macchinisti che ogni momento fermano i treni per una porta guasta, quando per lo stesso guasto fino a poco tempo fa si sigillava la porta e si ripartiva.

Senza dubbio stanno mettendo in opera una sorta di sciopero bianco per manifestare il loro dissenso e continuare a farsi i cazzi loro.

Non c'è altra spiegazione. Deve essere proprio così, quasi quasi comincio a crederci anche io.

No, purtroppo non gira, non riesco a comprendere come delle persone possano scientemente rischiare di essere prese a sassate - ricordate l'estate del 2015? - quando potrebbe campare meglio con minore sforzo ed una chiave inglese?

Non riesco a trovare i vantaggi, mi spiego: che i comportamenti di alcuni dipendenti Atac non sia irreprensibile (eufemismo), non penso proprio che nello specifico i nostri compagni di sventura (perchè tali sono) vogliano giocare a fare i bersagli umani per difendere il proprio diritto a cazzeggiare.

Per chi non lo sapesse, il motivo per cui le MA200 si fermano più del solito è perchè sono cambiate le centraline e di conseguenza le procedure interne dei macchinisti. Lo avevo pubblicato il giorno 11 novembre

Volevo ribadire che le aggressioni non sono giustificabili 

Mai

Morale della storia: Nonostante io capisca i malumori dei viaggiatori - che tra parentesi sono gli stessi miei - costretti quotidianamente a far fronte ai problemi strutturali di questi cazzo di treni, non giustificherò mai le aggressioni verbali e fisiche nei confronti dei lavoratori, dei lavoratori.

In realtà non c'è nessuno sciopero bianco, ma le riparazioni effettuate e le sostituzioni di apparati (le centraline) invece di risolvere i problemi li hanno accentuati, direi senza responsabilità del personale che dal mio punto di vista è degli eventi.

Come noi.




Iscriviti alla newsletter! Se desideri rimanere aggiornato, inserisci il tuo indirizzo email.

* indicates required
Email Format


Commenti

Anonimo ha detto…
L'ho detto già molte altre volte: sui treni serie MA200 occorrono ulteriori modifiche per renderle affidabili, che andrebbero studiate in stretta collaborazione con i costruttori (principalmente AnsaldoBreda, oggi Hitachi Rail, ma anche la ex FIAT Ferroviaria, oggi ALSTOM, che ha realizzato metà di questi convogli). Se le FS ci riuscirono con le locomotive "Tigre" a renderle affidabili (occorsero almeno 100 modifiche al progetto originale, se non pure di più), ci si può riuscire anche con questi treni.