Appunti sul futuro prossimo della Roma-Lido


La mobilitazione dei pendolari di Roma da Piazza del Popolo si sposta a Dragona, dalla Roma-Nord alla Roma-Lido, la proprietà è la stessa ed i pendolari hanno gli stessi problemi. La Regione forse sta muovendo qualcosa, ma troppo lentamente. Il punto della situazione




L'appuntamento è fissato per sabato prossimo, 23 novembre, dove è in programma l’assemblea pubblica indetta dal Comitato Pendolari Roma-Lido presso il Parco Vittime del Femminicidio (angolo via C. Casini – Dragona) alle ore ore 9.30. 
La Roma-Lido passerà a Cotral

Ma facendo un passo indietro, giovedì 21, è convocata la Commissione Regionale ai trasporti alle ore 10, presieduta dal consigliere Eugenio Patanè, proprio in merito alle problematiche della Lido, tra i quali i cantieri di Acilia Sud e la ristrutturazione della fermata Tor di Valle.

Nel frattempo per le audizioni del Defr, il Documento di economia e finanza regionale, l'Assessore Alessandri ha parlato di infrastrutture, trasporto pubblico e Piano energetico regionale. 

“Le politiche per la realizzazione delle opere pubbliche e delle reti infrastrutturali – ha detto l’assessore – nel prossimo triennio si concentreranno sul trasporto ferroviario, in particolare sulle ferrovie ex concesse, sulla mobilità sostenibile, sulla manutenzione straordinaria viaria e sul trasporto pubblico urbano ed extraurbano”. 
Roma-Lido e Roma-Nord,
manutenzione ad Astral

Proprio alle “ex concesse”, anche su sollecitazione dei consiglieri Devid Porrello e Valentina Corrado (M5s), Alessandri ha dedicato parte della sua relazione. 

“Nel corso del 2019 – ha detto – sono stati avviati l’ammodernamento e il potenziamento, grazie agli investimenti finanziati con il Fondo di Sviluppo e Coesione 2014-2020: circa 180 milioni per la tratta Roma-Lido e circa 154 milioni per la Roma-Viterbo”. 

L’assessore ha poi annunciato che, in termini gestionali, quel servizio di trasporto passerà da Atac SpA alla società in house Cotral SpA e la parte delle infrastrutture all’Astral SpA, anch’essa società regionale. 

A tal proposito, Alessandri ha aggiunto che saranno utilizzati ulteriori 100 milioni per l’acquisto di materiale rotabile per le due tratte: 11 treni, di cui 6 per la ferrovia Roma-Viterbo e 5 per la Roma-Lido.







Iscriviti alla newsletter! Se desideri rimanere aggiornato, inserisci il tuo indirizzo email.

* indicates required
Email Format




Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News

Commenti