Corridoio della mobilità, cittadini preoccupati per il filobus

Corridoio della mobilità, cittadini preoccupati per il filobus


Ancora non ha aperto e già partono le prime polemiche: "poche corse e scarse informazioni". Il Comitato di Quartiere di Fonte Laurentina, dov'è presente il capolinea dell'unico filobus elettrificato, teme che il servizio sarà insufficiente. Proteste anche dai quartieri limitrofi



Il conto alla rovescia è partito. Mancano infatti solo cinque giorni a quella che la Sindaca ha annunciato come "una festa". Dopo 9 anni dall'avvio dei cantieri, i filobus inizieranno a transitare sul Corridoio della mobilità creato sulla via Laurentina. 

I commenti dei dipendenti ATAC

"Dimezziamo i tempi di percorrenza dalle periferie alla metro Eur Laurentina" ha sottolineato Virginia Raggi che, attraverso il proprio profilo facebook, sta pubblicando i commenti entusiastici dei conducenti ATAC.

"Finalmente i cittadini della zona vedranno l'opera terminata e penso che siano quasi tutti contenti che partirà il Corridoio della mobilità" ha dichiarato uno di loro, davanti le telecamera di Roma  Capitale. In realtà, dai territori interessati, si levano già le prime proteste.

Le informazioni apprese casualmente

Il Consiglio di Quartiere Laurentino Fonte Ostiense ha però  fatto notare che "ad oggi nè ATAC  nè il Municipio IX hanno ritenuto opportuno consultare i cittadini del quadrante per ascoltare le proposte e le eventuali osservazioni sul percorso del filobus e degli autobus". 

Non solo. 


Il Filobus Laurentino
Tutta la strada percorsa per arrivare qui

Il Comitato di Quartiere lamenta anche il fatto di aver appreso "casualmente"le informazioni "sui nuovi percorsi degli autobus e dei filobus"  e solo dal blog "Odissea Quotidiana". 

Ma le critiche non arrivano solo dall'ex Laurentino 38.

Una frequenza insufficiente

Anche a Fonte Laurentina, dove si attesta il capolinea dell'unica linea di filobus (74) che lunedì 8 luglio verrà attiviata in modalità elettrica, sono state espresse delle rimostranze. "Le corse attualmente previste prevedono un passaggio ogni 12 minuti. 

Per noi - lamenta Domenico Foffo, presidente del Comitato di Quartiere di Fonte Laurentina - è del tutto insufficiente perchè al capolinea di via Conversi scendono i passeggeri dello 044, la linea che arriva dalla zona dell'Ardeatina e la linea 703, che viene utilizzata dai residenti che abitano le cosiddette cinque colline di via Laurentina". 

E non si  tratta dei soli utenti che, potrebbero raggiungere Fonte Laurentina, con l'intenzione di prendere il Corridoio della Mobilità. 

L'assenza di parcheggi di scambio

"Molti cittadini potrebbero pensare di arrivare in via Conversi con la propria auto, lasciandola qui, prima di prendere il filobus diretto alla Metro B – sottolinea  il presidente del Comitato di Quartiere – il problema è che qui non sono stati realizzati parcheggi di scambio. 

Gli unici posteggi esistenti sono quelli realizzati con l'urbanizzazione di Tor Pagnotta 2, ma sono utilizzati dai residenti e da quanti accompagnano i figli a scuola". 

Le rassicurazioni

Da Fonte Laurentina, viene quindi chiesto di aumentare le corse del filobus, "passando da una ogni 12 minuti ad una ogni 7" sottolinea Foffo. 

"Non credo sarà un problema aumentare le corse perchè, nel deposito di Tor Pagnotta, ci sono una ventina di mezzi a disposizione – fa sapere  Carlo Andrea Tortorelli, blogger di Odissea Quotidiana – quindi è qualcosa che si può sistemare in un secondo memento perchè se è vero che è stato simulato un piano di trasporto, poi quest'ultimo  si deve comunque rapportare alla realtà. 

Ma penso non ci saranno difficoltà  correggere  il tiro in corso d'opera". E' una buona notizia. Anche se, come già sottolineato da qualche residente, è singolare che le informazioni siano diffuse più da un blogger, per quanto esperto di mobilità sostenibile, che dagli uffici preposti di Roma Capitale.

Da Roma Today


Iscriviti alla newsletter! Se desideri rimanere aggiornato, inserisci il tuo indirizzo email.

* indicates required
Email Format




Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News






Commenti

Anonimo ha detto…
Tempo fa vi era una protesta di un certo "Comitato Mamme", che sostenenva l'inefficacia di questa linea filoviaria, dicendo che "non scoraggerà l'uso dell'automobile e non sostituirà gli autobus che transitano sulla stsssa via".
Io non so se tale comitato avesse o no ragione, comunque penso questo: le direttrici a media domanda di trasporto, ossia tra i 4000 ed i 10000 viaggiatori/ora per senso di marcia, si devono effettuare con linee tramviarie, e non con bus, i quali ultimi convengono, economicamente, per domande di trasporto basse, ossia inferiori ai 4000 viaggiatori/ora per senso di marcia (le metropolitane, viceversa, convengono su direttrici a forte domanda, ossia superiore ai 10000 viaggiatori/ora per senso di marcia). Il filobus infatti, a parte la trazione elettrica, è praticamente analogo all'autobus come capacità di trasporto, anche perchè in Italia non sono ammessi veicoli stradali più lunghi di 18 metri circa, limite che non esiste per il tram, che può essere lungo anche 30 o più metri. Ora, io non ho dati sulla domanda di trasporto esistente sulla direttrice ove opererà la nuova filovia, ma se fosse superiore, come accennato dianzi, ai 4000 viaggiaotri/ora per senso di marcia, il filobus si rivelerebbe poco conveniente secondo le cosiddette "zone di convenienza" tecnico-sconomiche, convenendo, appunto, una tramvia, come ad esempio si sta facendo a Firenze, dove le nuove linee tramviarie recentemente realizzate vanno bene ed hanno, tra l'altro, un enorme successo di viaggiatori.