I maledetti Flambus e la speranza per il 2019

flambus roma


Bruciano ancora autobus a Roma, sebbene l'Assessore cerchi di rassicurare e di dare una speranza per il 2019 "a giugno, infatti, arriveranno i tanto attesi 227 bus", ma cerchiamo di essere seri e non parlare di sabotatori.


La cronaca smentisce l'assessore che qualche giorno fa dichiarava riguardo ai bus in fiamme: mezzi pubblici sicuri, presto si cambia in meglio. La realtà invece dice che con quello di ieri sono 2 Flambus in 5 giorni - e non si tratta di un principio di incendio, il bus è proprio bruciato in tutta la parte posteriore - fortunatamente come per le altre volte nessuno si è fatto male.

L'intervento dell'Assessore da Radio Colonna

L’ennesimo bus in fiamme, questa volta nel quartiere Tuscolano, ha inaugurato ieri l’inizio d’anno in città. Non un buon segno per Atac e per l’amministrazione capitolina.

Anche se per l’assessora ai Trasporti, Linda Meteo, la Capitale non è l’unica a dover affrontare questo problema: “Vicende simili succedono anche in altre città con un parco mezzi datato, malgrado non se ne parli”, ha dichiarato in un’intervista sul dorso locale di Repubblica.

L’assessora ha poi subito aggiunto che a breve le cose cambieranno in meglio (“nel primo semestre del 2019 si cominceranno a vedere segnali tangibili del risanamento industriale che stiamo portando avanti”).


A giugno, infatti, arriveranno i tanto attesi 227 bus “acquistati con gara Consip, di cui 80 a metano” che sono la prima tranche dei 600 previsti per i prossimi due anni.

Intanto, Meteo tranquillizza i romani sulla sicurezza degli autobus ricordando che già 125 autobus sono stati revisionati (su un primo lotto di 250) e che se vi fossero problemi sarebbero segnalati perché “Atac è preposta a garantire la sicurezza delle vetture in circolazione”

Basta con la storia dei sabotatori!

La statistica non aiuta, ma basta con questa storia dei sabotatori che ogni volta che avviene uno di questi eventi, si riaffaccia con più forza, non è una cosa obiettivamente sostenibile e, qualora non bastasse il buon senso, c'è una sentenza che scagiona gli autisti e punta il dito verso l'assenza di manutenzione.

Ad Atac ed all'azionista (il Comune) spetta il compito di invertire la tendenza, sennò qui non rimarranno più bus da bruciare, nonostante la spedizione in Israele per trovarne a noleggio...






Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News






Commenti