Il network di Odissea Quotidiana


È passato circa un anno dall’inizio della sperimentazione di nuovi canali di comunicazione ed un anno era il tempo che mi ero dato per avere un risultato apprezzabile. Ora è il momento di condividere le valutazioni




Nel corso del 2019 ho aperto blog tematici, un canale Youtube per specializzare l’informazione, o meglio creare approfondimenti verticali per argomento, pubblicare video o immagini di trasporto pubblico. Molti erano doppioni, lo sapevo bene, volevo verificare quale funzionasse di più.

Posto che Odissea Quotidiana rimane il punto centrale, i vari blog satelliti diventeranno rubriche interne ed assume più importanza il canale Youtube, che è stato completamente rinnovato.

Al momento conta quasi 100 utenti iscritti e spero vivamente numeri in crescita nel prossimo futuro, non so se avete capito l’allusione, in fondo era facile. Questo è il link.

Ma allora perché sul menù in alto rimane “Il network”?

Semplice, perché a tempo perso mi dedico alla gestione di altri 2 blog e, giustamente, mi faccio pubblicità da solo.

Io non sono un tecnico del trasporto pubblico, non l’ho mai nascosto, mi piace però raccontare storie e, nel corso di questi anni, ho raccontato storie di altro genere.

Ve li presento.

Il primo, in ordine di anzianità, è Blog senza glutine, un’esperienza che è nata quando a mio figlio piccolo fu diagnosticata la celiachia. Ho dovuto studiare un po’, mi sono dovuto documentare su come funzioni e cercare ristoranti e ricette particolari. Ho messo tutto in ordine e sto pubblicando.

Il secondo invece è nato da poco e tratta di un argomento completamente diverso, si chiama Storie Inspiegabili e raccoglie una serie di storie “misteriose”, per lo più leggende metropolitane, ma non solo (e no, non ci saranno ufo).

Lunedì ci sarà una puntata crossover, perché pubblicherò una storia legata al mondo dei treni.

Spero di aver incuriosito qualcuno di voi, ma il trasporto pubblico romano è e rimane la mia e la nostra priorità, perché è una battaglia che va combattuta ogni giorno.

Andrea





Iscriviti alla newsletter! Se desideri rimanere aggiornato, inserisci il tuo indirizzo email.

* indicates required
Email Format