Subscribe Us

Roma Lido, risse a colpi di pietre e cinghiate in stazione: bloccati i treni


I macchinisti e gli operatori di stazione di Atac hanno più volte richiesto l'intervento delle forze dell'ordine. L'ultimo episodio alle 5 del mattino di domenica



Correte, si stanno picchiando in stazione. Sono molti. Usano pietre e cinghie dei pantaloni". 

Questa la chiamata, l'ultima in ordine di tempo, fatta da un operatore di stazione al Numero Unico per le Emergenze. 

Un allarme scattato poco dopo le 5 del mattino di domenica 16 febbraio alla stazione Piramide“

Qui, sulla banchina della Roma Lido, in attesa del treno verso Ostia si stavano fronteggiando "almeno una decina di giovani", secondo il racconto dei testimoni ascoltati da RomaToday. Secondo quanto ricostruito e confermato, non è la prima volta che accade.

Ad affrontarsi, ormai nella terza occasione in poco tempo, sono dei gruppi di ragazzi che finiscono le loro notti brave nei locali della zona Ostiense per poi dar sfogo alla loro violenza usando pietre e cinghie dei pantaloni. "Sembrano le risse degli hooligans. 

Il tam tam tra i colleghi è sempre immediato, ci stiamo tenendo informati perché abbiamo paura", è il pensiero comune dei macchinisti della Roma Lido, molti di loro donne, che all'alba hanno assistito alle baruffe. Ma non solo. 

Spesso le banchine si sporcano con macchie di sangue e sono proprio gli addetti Atac, come possono, a ripulirle con secchi d'acqua e prodotti che riescono a rimediare alla buona. "Sono sempre ubriachi, secondo qualcuno sarebbero dei minorenni", racconta chi ha assistito alla scena.

Chi ha testimoniato ha timore nell'esporsi e denunciare pubblicamente i fatti violenti, ma le chiamate alla forze dell'ordine quelle non mancano. 

Secondo quanto ha ricostruito RomaToday, infatti, nell'ultima circostanza sono stati proprio gli agenti della polizia a far disperdere il gruppo di facinorosi. Nessuno di loro è stato bloccato perché, alla vista dei lampeggianti, i ragazzi hanno lasciato le loro "armi" in stazione per poi fuggire tra i binari della Roma Lido rallentando il treno in direzione Piramide per 20 minuti e, nei fatti, cancellando la corsa delle 5:30 che avrebbe dovuto raggiungere Ostia.

Atac, che da come si apprende sta monitorando la vicenda anche per garantire la massima sicurezza di utenti e dipendenti, collaborerà con le forze dell'ordine (anche fornendo documenti audio e video di treni e stazione) per debellare quello che, sembrerebbe, stia diventando un fenomeno quello sempre più frequente.

Di certo c'è che i macchinisti della Roma Lido hanno paura e si sfogano: "Nessuno ci tutela, non c'è prevenzione. Siamo madri e padri,vogliamo fare il nostro lavoro e tornare a casa della nostre famiglie senza avere timore della nostra

Da Roma Today










Iscriviti alla newsletter! Se desideri rimanere aggiornato, inserisci il tuo indirizzo email.

* indicates required
Email Format


Posta un commento

1 Commenti

Anonimo ha detto…
rischiano la vita e sono pagati... e allora che devono dire i pendolari che prendono i mezzi pubblici, che articolo inutile, di fronte al pericolo siamo tutti uguali,almeno atac ha scritto "sicurezza di utenti e dipendenti", i macchinisti come al solito pensano solo a loro, non è che i dipendenti atac devono essere tutelati più delle altre persone,se i macchinisti hanno paura e sono in gruppo figuriamoci gli utenti che girano singolarmente, l'ennesima scusa per avere qualche altra indennità, altra occasione persa per stare zitti e non lamentarsi dell'ovvio sul blog dei macchinisti dell'atac