Subscribe Us

Tramonta la filovia per Tor De’ Cenci




La Regione Lazio con determinazione dell’11 dicembre 2019 si è pronunciata con parere negativo nella VIA, la valutazione di impatto ambientale, del corridoio della mobilità EUR Agricoltura - Colombo – Spinaceto – Tor De’ Cenci


In sede di commissione mobilità del IX municipio, il cui territorio è completamente interessato dall’opera, il responsabile del procedimento Arch. Meloni ha analizzato le varie azioni possibili in conseguenza di tale pronunciamento.


  • Il primo scenario porterebbe l’attivazione dei procedimenti atti al reperimento dei fondi mancanti per portare comunque a termine il progetto in tutta la sua estensione.
  • Il secondo scenario, che è stato sposato dalla commissione e dei comitati cittadini presenti, vede il definitivo tramonto della filovia, recuperando i fondi già impegnati (37 milioni di euro circa) su eventuali prolungamenti della metropolitana.



Possiamo dire quasi con certezza che la giornata di oggi ha rappresentato la pietra tombale del famigerato “sistema di trasporto pubblico a capacità intermedia a servizio dei corridoi Eur - Tor de' Cenci ed Eur - Tor Pagnotta”, la rete che avrebbe dovuto attrezzare l’EUR con 18 km di infrastruttura filoviaria per un totale di 44 km di tracciati e 80 fermate.

È bene ricordare che nel giugno del 2018 erano partiti i sondaggi archeologici, con tempi di realizzazione stimati in 555 giorni.

La mancanza di una visione del filobus a Roma ha reso effettivamente il sistema dell’EUR piuttosto antieconomico e di difficile gestione, come dimostrato dalla recente attivazione del 74 e dalla travagliata storia delle batterie dei mezzi di Montesacro.

Tuttavia, piuttosto che rinunciare a preziosi fondi per destinarli ad improbabili prolungamenti della metropolitana, sarebbe stato bene realizzare almeno la corsia riservata, eliminando le complessità dell’impianto bifilare e conservando almeno la riduzione dei tempi di spostamento sulle linee esistenti.

L’ennesimo nulla di fatto sulla mobilità sostenibile a Roma che il Sindaco e l’Assessore ai Trasporti ben si guarderanno dal pubblicizzare e vantarsi.


Di Carlo - TreninoBlu è dottore in Ingegneria Civile, un cittadino di Roma appassionato di trasporto pubblico che mal sopporta l'inefficienza e la mancanza di idee per la mobilità. Per informazioni o segnalazioni carloandrea.tortorelli@odisseaquotidiana.com









Iscriviti alla newsletter! Se desideri rimanere aggiornato, inserisci il tuo indirizzo email.

* indicates required
Email Format


Posta un commento

1 Commenti

Mauro Tozzi ha detto…
Perché ad esempio il filobus 90 che percorre via Nomentana è attestato al deposito di Tor Pagnotta e non a quello di Montesacro, come sarebbe più logico? Ogni giorno deve fare un bel po' di chilometri col motore diesel per raggiungere il capolinea di Termini.