Header Ads

Trasporti, scendono i tempi alla fermata: attesa media di 16 minuti. A Milano se ne aspettano 9

Trasporti, scendono i tempi alla fermata: attesa media di 16 minuti. A Milano se ne aspettano 9



I dati del rapporto annuale di Moovit, società sviluppatrice dell’app per la mobilità urbana più usata al mondo


Meno quattro minuti ad aspettare i mezzi pubblici. Una buona notizia per i passeggeri romani. Tra il 2016 e il 2019 i tempi medi passati dagli utenti alle paline Atac, sulle banchine della metro, alle fermate Cotral, scende da 20 a 16 minuti. 

A certificare il dato un report annuale redatto da Moovit, società sviluppatrice dell’app per la mobilità urbana più usata al mondo, elaborato utilizzando i big data provenienti da centinaia di milioni di spostamenti di utenti in 99 aree metropolitane di 25 nazioni differenti. 

Tra i territori analizzati certo non poteva mancare la Capitale. 

I dati di Roma sono accorpati a una piccola parte proveniente da Viterbo e Latina (non disponibili scorporati), e includono anche le linee regionali dei bus Cotral. 

Quanto si aspetta alla fermata

Ma torniamo alle attese dei bus. Il dato migliora, ma ancora non è competitivo rispetto ad altre città italiane dove si aspetta molto meno. A Milano, Genova e Savona, il tempo medio è di 9 minuti. Il migliore su nove città analizzate. 

Dieci minuti il tempo di attesa a Venezia e Firenze, 13 ad Asti e Torino. Peggio di Roma solo Napoli con 22 minuti, Palermo e Trapani con 24. 

Se invece guardiamo ad altre grandi metropoli europee Roma ha il tempo peggiore. Segue New York con 12 minuti,  Madrid, Parigi e Berlino con 11,  Londra con 10 Milano e Barcellona con 9. 

Quanto tempo si resta sui mezzi

Questo per quanto riguarda l'attesa. Quanto tempo si passa poi su bus, metro, pullman, tram? Qui Roma (il dato comprende anche una piccola percentuale di utenti di Viterbo e Latina) è il peggiore: 52 minuti. Segue Napoli con 46, Milano con 43, Torino e Asti con 41, e ancora 38 minuti a Venezia, 36 a Firenze, Palermo e Trapani, 35 a Bologna, 33 a Genova e Savona. Guardando fuori dai confini italiani, sono invece 54 i minuti di un singolo viaggio di andata a New York, 49 a Parigi, 46 i minuti registrati a Madrid mentre solo 36 a Barcellona.

A che distanza sono da casa

Quanto distano le fermate da casa? Roma è la città dove si percorrono le distanze inferiori. In media 665 metri con il 17% dei pendolari che percorre oltre 1km a piedi. 

Stesso dato a Genova e Savona. Un po' più lunghi i tratti milanese, circa 715 metri in media, 725 metri a Torino e Asti, 750 a Firenze, 762 a Bologna, 811 a Palermo e Trapani, 850 a Napoli, 917 a Venezia. 

Sommando i metri percorsi per raggiungere la fermata del trasporto pubblico più vicina a casa per effettuare un cambio di linea ogni mattina un utente di New York cammina per circa 800 metri. 750 i metri percorsi a Parigi, 700 a Barcellona, 645 a Londra e solo 612 a Madrid.

Quanti chilometri percorre l'utente sui mezzi

E ancora, qual è la distanza media percorso da un utente a bordo dei mezzi del trasporto pubblico, considerando solo un viaggio di andata? 

A Roma 7 chilometri, meno di Milano dove se ne percorrono 8, di Venezia che si attesta a 8,5, e meno di Napoli in testa alla classifica con 9 chilometri. 

Quali ragioni spingerebbero gli utenti interpellati per il report a utilizzare di più il trasporto pubblico? 

Il 16% una maggiore frequenza di passaggio dei mezzi alla fermata, il 13% il rispetto dei tempi di passaggio indicati negli orari, l'11,5% vorrebbe mezzi meno affilati, il 9% tariffe più convenienti, l'8,5% qualche corsia preferenziale in più, e quindi meno traffico lungo il tragitto. 








Iscriviti alla newsletter! Se desideri rimanere aggiornato, inserisci il tuo indirizzo email.

* indicates required
Email Format


1 commento:

Anonimo ha detto...

Milano da sempre ha avuto un trasporto pubblico complessivamente più efficiente di quello di Roma, per vari motivi sui quali sarebbe troppo lungo soffermarsi. Ha anche una rete di trasporto migliore, con più metropolitane e tramvie a far la parte del leone. Del resto, non dimentichiamoci che l'azienda esercente, l'ATM, ha i conti in leggero attivo e co-gestisce pure la metropolitana di Copenaghen.

Powered by Blogger.