Subscribe Us

Zingaretti come Babbo Natale, ma i regali non ci sono

Zingaretti come Babbo Natale, ma i regali non ci sono



Al romano medio, in questi giorni je parte ''a te e famiglia'' di default. A Zingaretti scatta il solito tweet sulla Roma-Lido. Ma basta, pure a Natale. Lasciatece crepà in pace tra Acilia e Casal Bernocchi, almeno non pijatece per culo - Qualche promessa del passato ( e mai realizzate )


L'attività social del Governatore Zingaretti in questi ultimi mesi pare tutta incentrata sulla Roma-Lido e su come sarà bella e tecnologicamente avanzata, ma per adesso siamo sempre e solo alle chiacchiere.

Analizzando il testo, vorrei sommessamente far notare che la Roma-Lido è della Regione da qualche anno, da molti di più di quanti Zingaretti è alla Pisana, per cui Ora Basta! per favore facciamolo dire alle anime dannate che prendono il treno.

Obiettivamente questi tweet promozionali hanno un po' stufato, la linea è in questa situazione più che per colpa dell'Atac, per colpa di chi negli anni ha permesso questo scempio.

Pertanto no Governatore, a me non convince per niente questa manovra.

Buon anno nuovo!

Le promesse (mai mantenute) di Zingaretti

Ho preferito metterle in ordine decrescente, così vi fate un'idea. Come si fa a non credergli?












Iscriviti alla newsletter! Se desideri rimanere aggiornato, inserisci il tuo indirizzo email.

* indicates required
Email Format


Posta un commento

2 Commenti

Anonimo ha detto…
Mah, io penso che magari qualcosa faranno, ma temo che non abbiano le idee chiare su cosa realmente servirebbe su queste ferrovie. Ad esempio, non sento parlare, sulla Roma Nord, di adeguamento del segnalamento e dei sistemi di sicurezza e gestione del traffico agli standard di RFI (anche per soddisfare le "paturnie" dell'ANSF...), ma si parla di raddoppio del binario tra Morlupo e Riano (a mio avviso scarsamente utile, se si allontanano poi le stazioni dalle città) e nuova stazione di piazzale Flaminio (anch'essa poco utile, se prima non si adegua tutta la linea alla moderna tecnica ferroviaria dianzi citata), nonchè la panacea di tutti i mali: l'acquisto di nuovi treni (anche se, sulla Nord, servirebbero per arricchire il parco rotabili). Poi si parla di "manutenzione straordinaria dei rotabili esistenti", e mi auguro si preveda un "revamping" dei FIREMA E84 ed E84A, sui quali avevo già scritto, amio parere, cosa occorrerebbe fare per ammodernarli. Riguardo alla Lido, sembra non abbiano ancora capito che occorrono totalmente treni ad essa adatti, e quelli attuali andrebbero "restituiti" alle metropolitane di provenienza, A e B. Anche quest'ultima, poi, va adeguata alle normative ANSF, a meno che non la si trasformi in metropolitana giuridicamente (a quel punto la competenza sarebbe dell'USTIF).
Anonimo ha detto…
Su, coraggio: nel Lazio sono già in arrivo, per Trenitalia, 65 elettrotreni Rock a due piani (i primi 12-ETR 521-a 5 casse tra gennaio e marzo 2020, gli altri-ETR 621-a 6 casse dal 2021...), da impiegare essenzialmente sulle tratte FL1 e FL3, così i nostri adorati politici regionali potranno fare ben 65 inaugurazioni in pompa magna per autolodare il loro operato a favore dei cittadini, per i quali stravedono...