Incontro pendolari - Regione Lazio, le prime impressioni


In attesa di pubblicare un corposo resoconto dell'incontro di mercoledì ecco un breve riepilogo di quanto discusso ieri in Regione Lazio, alla presenza dei delegati dei comitati Romanord e Romalido e dell'assessore regionale ai trasporti Alessandri, Cecconi e Passanisi



Innanzitutto questo stillicidio di soppressioni soprattutto in fascia urbana serale dovrebbero fermarsi entro un paio di giorni e tutto dovrebbe tornare alla "normale" emergenza quotidiana.

ASTRAL subentrerà a ATAC per la gestione delle infrastrutture (manutenzione ordinaria e straordinaria) dal 1.1.2020 in cogestione con ATAC, poi dal 1.7.2020 le gestirà da sola. Si parla di manutenzione treni e stazioni (incluse scale mobili, ascensori e DECORO)

COTRAL subentrerà a ATAC per la gestione del servizio ferroviario (i treni) dal 1.1.2021 sempre con i 6 mesi di cogestione, poi dal 1.7.2021 gestirà da sola i treni

ATAC per i disservizi erogati nel 2017 e 2018 ha subito circa 3 milioni di penali sul contratto (soldi in meno dati da regione)...che a noi sembrano troppo pochi. Attendiamo di avere contezza dell'importo delle penali per il 2019, forse si batterà ogni record finora conosciuto!

Abbiamo chiesto come comitati di lavorare DA SUBITO alla nuova Carta dei Servizi 2020 e non aspettare quella del 2021. Si sa che con ATAC ormai alla porta, il servizio potrà solo peggiorare...e in Regione lo sanno. Abbiamo chiesto quindi di attivare un tavolo tecnico con Regione, Atac, Astral e comitati per lavorarci.

I primi NUOVI TRENI (6 nostri e 5 per la romalido) arriveranno a fine 2021, se entro febbraio si aggiudicherà la fornitura (da capire se diretta o se si va a gara). Attenzione arriveranno progressivamente, inoltre, siccome sono in ritardo a nostro parere fino fine 2022 non si vedrà nessun nuovo treno in esercizio!

RADDOPPIO RIANO-MORLUPO: La conferenza dei servizi dovrebbe partire a gennaio e in 30 giorni si chiude così si può iniziare a predisporre le strutture per i cantieri. inizio lavori dopo l'estate 2020 (presumibilmente settembre) se si firma il contratto entro natale 2019. Gli espropri sono conclusi e il TAR si è pronunciato.

ANSF ha risposto alla Regione in maniera positiva a seguito delle info ricevute,sempre dalla Regione a fine ottobre scorso. Non ci dovrebbero essere ulteriori prescrizioni e quindi dovrebbero essere accolte (parzialmente o totalmente non lo sappiamo) le richieste di integrazione di orario presentate da questo comitato e dall'associazione trasportiamo.

Per il discorso della riapertura dei cantieri, per la nuova stazione Flaminio non ci sono problemi e sta per essere riattivato; per Acilia Sud Dragona e Tor di Valle sulla Roma Lido, invece, a causa di iniziative unilaterali del fornitore che hanno portato alla rescissione del contratto (giustamente secondo noi, visto che ATAC non pagava), senza coinvolgimento della Regione, non sarebbe stato possibile per quest'ultima riattivare i cantieri, come annunciato anche alla stampa prima dell'estate, e su essi permane una situazione di stallo che non gli consente di fornire né tempi ne modalità di riapertura. Ad oggi non si esclude l'indizione di una nuova gara. Ovviamente siamo arrabbiati per le continue promesse a vuoto per il riavvio dei due cantieri e attendiamo l'esito dell'esame congiunto delle Avvocature di Regione e ATAC, che ci è stato raccontato come prossimo passo.

Per le chiusure della stazione flaminio e della tratta extraurbana quando faranno i lavori di raddoppio, stiamo ragionando insieme a Astral e alla Regione di come poter far fare i lavori senza chiudere totalmente il servizio. In subordine, se proprio si deve chiudere abbiamo chiesto che il periodo sia il più breve possibile, ma saremo presenti ai tavoli di lavoro per questo.

INFINE, per cercare di risolvere i problemi attuali, cercheranno di dare una sistemata ai treni fermi e poco "performanti" stanziando circa 20 milioni di euro per le manutenzioni straordinarie entro quest'anno.

Al termine dell'incontro, ricordando che sotto la sede regionale c'era una manifestazione di pendolari abbastanza arrabbiati (e la cosa ha un po' disturbato alcuni della regione) abbiamo lasciato loro una lista di domande, la lista delle soppressioni sulla romanord da luglio a oggi e il nostro cronoprogramma.

Da Comitato Pendolari Roma-Lido

Iscriviti alla newsletter! Se desideri rimanere aggiornato, inserisci il tuo indirizzo email.

* indicates required
Email Format