Ferrovia Roma Nord, i pendolari alzano la voce e scendono in piazza

Ferrovia Roma Nord, i pendolari alzano la voce e scendono in piazza


Ormai mancano pochi giorni e vorremmo quindi fare un piccolo riepilogo delle tappe che ci hanno portato a programmare una manifestazione, per la prima volta da quando esiste questo comitato pendolari



Certo, speravamo che gli innumerevoli esposti alle procure, le migliaia di segnalazioni di disservizi, le riunioni in Regione Lazio e in Atac avessero destato dal torpore atavico proprietario e gestore della ferrovia Roma Nord, ma purtroppo così non è stato.

Ed è per questo che il 7 novembre scorso, il comitato ha convocato un’assemblea pubblica tra i pendolari per pianificare gli eventi futuri e la risposta ''è stata grandiosa'', dicono.

''Abbiamo ricevuto supporto e attestati di stima da ogni parte che ci danno ancora la forza di andare avanti'', scrivono in una nota i rappresentati del comitato. ''L’importante è segnalare in maniera formale e sempre i disservizi, perché, come abbiamo detto spesso, senza dati né statistiche aggiornate il disservizio è come se non fosse mai avvenuto. 

E’ importante accompagnare la protesta alle segnalazioni, perché lamentarsi e basta non serve a nulla''.


‘’E infatti – aggiungono - grazie alla grande mole di segnalazioni raccolte negli anni finalmente qualcuno ha iniziato ad accorgersi del problema della nostra ferrovia. Per questo e altri motivi, sabato 16 dovranno esserci migliaia di persone a piazza del Popolo! Aspettiamo tutti, ricordando che la ferrovia Roma Nord deve essere innovata subito: abbiamo bisogno di nuovi treni e manutenzione adeguata subito''.

Il comitato ricorda anche la petizione, ancora attiva, per il potenziamento della nostra ferrovia. E aggiunge: ''Vanno messi alla porta tutti i dirigenti di Regione Lazio e di Atac che sono stati complici dello scempio che stiamo vivendo, senza esclusioni, da quasi 10 anni. Hanno già fatto troppi danni e semidistrutto un gioiello di ferrovia che ha grosse potenzialità!''.

''Vi aspettiamo sabato a piazza del popolo dalle ore 10 – conclude il comitato - portate un ombrello, una bottiglietta d’acqua e tanta tanta determinazione nel far rispettare i diritti di utente!''.



Iscriviti alla newsletter! Se desideri rimanere aggiornato, inserisci il tuo indirizzo email.

* indicates required
Email Format




Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News

Commenti

Anonimo ha detto…
Va precisato che la Roma Nord ha bisogno di ulteriori treni perché gli attuali non bastano numericamente, ma non si cominciasse a dire che "sono vecchi" perché è una balla. Gli ALSTOM MRP 236 serie 300 sono moderni; i FIREMA E84 ed E84A certamente lo sono meno, ma con un intervento di revamping possono funzionare per almeno altri 20 anni, come sta facendo Trenitalia con i treni a due piani tipo TAF. Il revamping dei FIREMA dovrebbe consistere in alcuni ammodernamenti da eseguire su alcuni componenti elettrici e meccanici: occorre un circuito di trazione full-chopper anziché reostatico, porte sliding anziché a libro, freni a dischi e non a ceppi e climatizzazione degli interni viaggiatori.