Raggi: Al via manutenzioni treni, rete metropolitana

Raggi: Al via manutenzioni treni, rete metropolitana


Può partire la gara per la manutenzione dei treni delle metropolitane della città. Così la sindaca di Roma Virginia Raggi sulla sua pagina Facebook. Questo l'annuncio



In Giunta abbiamo approvato una delibera importante che consente di bandire l’appalto pubblico per la revisione della flotta dei treni delle linee A e B. 

Un intervento del valore di 66 milioni di euro che rientra nel pacchetto da 425 milioni di euro finanziato grazie alla convenzione che abbiamo sottoscritto con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. 

Sarà Atac a dare il via alla gara, come previsto dalla delibera. 

Queste manutenzioni consentiranno di rendere più sicuro ed efficiente la rete metropolitana di Roma a beneficio di tutti i viaggiatori”. 




Da Lavoro Lazio



Iscriviti alla newsletter! Se desideri rimanere aggiornato, inserisci il tuo indirizzo email.

* indicates required
Email Format


Commenti

Anonimo ha detto…
Allora: sulla metro A i CAF in servizio hanno bisogno ormai della revisione generale, e fin qui tutto quadra. Non ho capito invece, sulla linea B, cosa ci sarebbe da sottoporre a grande revisione: le MB100? I CAF della prima serie? I quali ultimi peraltro, sono pochi, essendoci in gran parte, sulla B, in servizio i più moderni CAF di seconda serie, ossia quelli della serie MB400, che non credo abbiano ancora bisogno di revisioni di un certo livello. Boh...
Anonimo ha detto…
Che poi io dico una cosa: la manutenzione dei rotabili ferroviari, nonchè le più impegnative revisioni cicliche, dovrebbero essere pianificate fin dall'inizio ed eseguite con regolarità, calcolando anche che un 20% circa del parco veicoli si deve prevedere fermo per manutenzione. Non si dovrebbe aspettare che l'intero parco treni di una linea scada di revisione generale aspettando finanziamenti straordinari per poterla fare. E poi, sulla linea A, quanti treni fermeranno per volta per revisionarli? Perchè non credo sia possibile fermarne più di uno, o forse due, tra l'altro per almeno un mese (la revisione generale richiede tempo): il servizio ne risentirebbe troppo. Inoltre, chi la eseguirà? Gli stessi costruttori dei treni, altre ditte esterne o l'ATAC stessa, con le proprie maestranze? (questo magari lo deciderà la gara che si dovrà fare). Vedremo come decideranno di fare...