Situazione del trasporto pubblico di Roma di giovedì 31 ottobre

Situazione del trasporto pubblico di Roma di giovedì 31 ottobre


Rileviamo grazie a Mercurio Viaggiatore la situazione del Trasporto Pubblico a Roma. Andiamo a scoprire quanti autobus girano per la Capitale ogni mattina.



Questa la stima della situazione del Trasporto Pubblico Roma giovedì 31 ottobre, alle ore 9.00:
  • Atac: 1.150 bus (85%), 25 filobus, 54 tram (77%)
  • RomaTPL - Non monitorabile
Si segnalano episodi di cannibalismo tra autobus




Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News




Iscriviti alla newsletter! Se desideri rimanere aggiornato, inserisci il tuo indirizzo email.

* indicates required
Email Format







Commenti

Anonimo ha detto…
A proposito di oggi, vorrei raccontarvi un aneddoto capitatomi alla stazione della metro A di Valle Aurelia, che fa chiaramente capire quanto la lotta all'evasione sia un'emerita buffonata, e quanto il cittadino onesto, qui a Roma, venga umiliato. Allora: stavo ai tornelli di accesso di detta stazione con la mia compagna a timbrare regolarmente il biglietto per accedere alla linea A, verso le ore 19,20 circa, quando un ragazzotto cretino mi passa dietro ai tornelli per non pagare. A quel punto, mi sono messo a richiamarlo ad alta voce, praticamente quasi urlando, dicendogli: "Tu non mi devi passare dietro per non pagare il biglietto, hai capito?!". A quel punto, i due soldati che erano all'ingresso, sentendo gridare, sono intervenuti, ma non tanto per bloccare il ragazzetto reo di evadere il biglietto, quanto per richiamarmi più volte perchè stavo gridando, minacciando quasi di chiamare la polizia. Non solo: il ragazzetto è tornato indietro, e minacciosamente mi intima pure lui di stare calmo. Poi (e ci mancava pure che non l'avessero fatto) comunque i soldati lo hanno fatto tornare indietro per fargli pagare il biglietto. Però, avete capito l'antifona? Qui, un cittadino che alza la voce per far valere i suoi diritti, specie in presenza di una sorta di offesa ingiusta, viene a momenti richiamato più lui perchè grida che non il responsabile dell'atto ingiusto. Tra un po', se mi scippano e grido: "Al ladro, al ladro!" verrò incriminato per aver osato gridare...Ecco come funziona Roma, cari amici. Che poi, io dico pure una cosa: ma tu, soldato che stai là a vigilare (poi non si capisce bene che cosa) possibile che non ti accorgi che quello stava aspettando qualcuno a cui passare dietro per non pagare il biglietto? Devi aspettare che grido per intervenire, irritandoti pure perchè ho gridato?! Ed inoltre, nemmeno sarebbe competenza loro, suppongo, intervenire in casi simili, compito che spetterebbe ai verificatori ATAC (più rari degli Omini Verdi di Marte...): ma almeno la facessero come si deve. Inutile poi parlare degli addetti di stazione, che sono rimasti beatamente chiusi nel loro gabbiotto (tanto intervenire, in ogni caso, "nun je compete...").