Raggi: 15 nuovi bus Atac entro il 2019

Raggi: 15 nuovi bus Atac entro il 2019


Virginia Raggi ha annunciato che i mezzi della linea 81 di Atac torneranno al capolinea Malatesta. La sindaca ha presentato quindici nuovi autobus che serviranno la periferia Est entro la fine del 2019



La linea 81 gestita da Atac tornerà al capolinea Malatesta, nel quartiere Torpignattara a Roma. 

I bus torneranno a coprire il precedente tragitto a partire da metà novembre. 

A rendere nota la notizia la sindaca Virginia Raggi, durante presentazione dei quindici nuovi mezzi adibiti al trasporto pubblico che, come ha spiegato la prima cittadina, saranno operativi entro la fine del 2019. 

Raggi questa mattina, mercoledì 30 ottobre, ne ha parlato davanti a cittadini e giornalisti a piazza Malatesta, insieme all’assessore capitolino alla Mobilità Pietro Calabrese e al presidente Atac Paolo Simioni. 

I mezzi, alimentati a metano, serviranno la periferia Est della Capitale. 

Appreso il ritorno della linea 81 a Malatesta entusiasti i cittadini, specialmente i residenti al Prenestino hanno commentato su Facebook che attendevano la notizia da tempo.

Raggi ha spiegato che ai quindici mezzi attesi nei prossimi mesi l'anno prossimo se ne aggiungeranno altri 97 acquistati tramite Consip, per arrivare a oltre 700 nuovi mezzi entro il 2021. 

La prima cittadina lieta della notizia non ha perso l'occasione di rispondere alle accuse avanzate dall'ex ministro dell'Interno. 

"Mentre Matteo Salvini chiacchiera io a Roma ho già messo in circolazione 400 nuovi bus. 

Entro il 20121 ce ne saranno oltre 700" con tanto di hashtag ‘Salvini Chiacchierone'. 

"Mentre noi facciamo fatti concreti tu continua pure a chiacchierare" si legge in un post pubblicato su Twitter. Ma di questo ne abbiamo già parlato

Da Fanpage



Iscriviti alla newsletter! Se desideri rimanere aggiornato, inserisci il tuo indirizzo email.

* indicates required
Email Format




Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News






Commenti

Anonimo ha detto…
Ah beh, se per lei "fare fatti concreti" significa semplicemente comprare quattro autobus, mentre tutto intorno al loro è allo sfascio più completo, c'è proprio da stare allegri. Certo che quando questa si dimetterà, andrò a festeggiare tutta la notte. Mi ricorda quasi la vicenda del Titanic: l'orchestra suonava allegramente mentre la nave affondava (ma almeno, lì, c'era un senso nel farlo...)