La comunicazione Atac


Una buona notizia, finalmente Atac ha deciso di limitare al massimo i disagi per gli utenti, anche occasionali, della Metro B, con piccole, ma chiare, indicazioni. Un piccolo, ma significativo, passo verso la normalità



Dopo tanti passi falsi nella comunicazione - qui uno dei molti esempi - Atac ha deciso di fornire informazioni agli utenti in maniera eccellente, cercando di minizzare i disagi.

Mi sono imbattuto per caso a Eur Palasport in questa informativa che non mi aspettavo, in pratica una serie di frecce che portano l'utente dalla stazione alla fermata della navetta sostitutiva per la direzione desiderata.

Naturalmente questa comunicazione, per una volta efficace e tempestiva, non deve farci dimenticari anni di lassismo e scarsa progettazione.

E' un buon inizio, la strada però è molto lunga





Iscriviti alla newsletter! Se desideri rimanere aggiornato, inserisci il tuo indirizzo email.

* indicates required
Email Format




Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News






Commenti

Anonimo ha detto…
Un altra forma di comunicazione che l'ATAC dovrebbe migliorare è l'esattezza del capolinea di destinazione indicato sulle tabelle luminose di bus e tram. Talvolta, infatti, i conducenti dimenticano di aggiornarlo al capolinea, e questo può creare confusione nell'utenza specialmente su linee aventi un tratto in comune nei due sensi (ad esempio il 32 nei pressi del Ministero Affari Esteri), nel quale caso indicare il capolinea di destinazione sbagliato può mandare l'utente nella direzione errata. In altre aziende di trasporto, come ad esempio l'ATM di Milano, il capolinea di destinazione sulle tabelle dei veicoli è sempre indicato correttamente: siamo alle solite, il personale addetto, qui a Roma, purtroppo tende per vari motivi a dimenticare tale operazione, a volte.