La lotta all'evasione di Atac

La lotta all'evasione di Atac


Ho scoperto una cosa sensazionale, in senso negativo ovviamente. Tutto parte dal racconto di Mercurio Viaggiatore che, a causa della chiusura per lavori della Metro A, è costretto a prendere le navette sostitutive


Su uno dei nuovi bus turchi n.2230 in servizio su linea MA5, entrambe le macchinette per obliterare i biglietti sono guaste (Mercurio Viaggiatore)

La risposta di Trasporti Romani ha dell'incredibile

Tutto il lotto 1301-1320 gira con obliteratrici spente sin dal suo debutto, il primo agosto.

In altre parole questo significa che sono 20 giorni che 20 vetture non permettono di obliterare il biglietto agli utenti?

Come mai? Le hanno messe solo per ornamento? Incalza Mercurio

Io ho chiesto ad un autista e mi ha risposto che i bus si fermano solo di notte nelle rimesse e nessuno puó risolvere il problema fino a quando non se ne trovano altri che possono sostituire temporaneamente quelli nuovi quindi toccherà aspettare almeno Settembre, risponde a sua volta Davide

Bene, ci vorranno almeno altri 10 giorni per poter far incassare qualche soldo ad Atac, nel frattempo il pensiero corre alle multi inaugurazioni del Sindaco che hanno bloccato alcune vetture nelle presentazioni.

Naturalmente si può obliterare lo stesso il biglietto, annullandolo manualmente, scrivendoci sopra data, ora e numero vettura e se poi salissero i controllori l'autista glielo fa presente.




Iscriviti alla newsletter! Se desideri rimanere aggiornato, inserisci il tuo indirizzo email.

* indicates required
Email Format




Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News





Commenti

Anonimo ha detto…
Tutte queste disfunzioni bisognerebbe che fosse una seria associazione per i diritti degli utenti a segnalarle, eventualmente presentando esposti, denuncie e quant'altro. Ma qui a Roma siamo in questa situazione anche per la mancanza di associazioni serie ed efficienti, che dovrebbero fare ormai una denuncia al secondo, stante la situazione di degrado che affligge la Capitale, ed invece non fanno praticamente niente.
Anonimo ha detto…
Io penso sia più facile vedere un omino verde di Marte che un verificatore ad Acilia...