Virginia Raggi e la favoletta dei 600 nuovi bus (smascherata dalle carte dei Giudici)


La propaganda a 5stelle continua a sparare numeri sul trasporto pubblico di Roma: “sono in arrivo 600 nuovi bus, anzi 700!”. Ma quali sono i numeri veri?


Se ai cittadini si può mentire, non è il caso di raccontare favolette ai Giudici. Grazie al concordato preventivo possiamo conoscere la verità dalle carte che ATAC stessa ha consegnato. 

E qui troviamo delle sorprese (non ve l’aspettavate, vero?).



Notiamo subito che il Comune deve comprare in tutto 300 bus, TRECENTO, e non 600 come più volte ripetuto da Sindaca e Assessora.

Nel piano è previsto l’acquisto di 700 bus + il “revamping”  di 60 vecchi minibus elettrici (20 all’anno per 3 anni), totale: 760. Nei 700 hanno incluso anche 15 bus già acquistati nel 2017 con fondi del Giubileo.

2019

Ad ATAC tocca il revamping di  20 minibus (per ora ne sono arrivati solo la metà).

Il Comune ha acquistato via Consip 169 bus (dei 200 previsti, quindi 31 in meno) + altri 58 bus con fondi POR-FESR per un totale di 227 bus. 

Per recuperare l’enorme ritardo nelle consegne, ha costretto ATAC a noleggiare 38 bus nuovi a caro prezzo (quelli bianchi) + altri 70 da Israele (operazione miseramente fallita). Ha poi unilateralmente imposto ad ATAC, contro gli accordi scritti iniziali, l’usufrutto ONEROSO (e non gratuito) dei 227 bus Consip.

2020

ATAC deve finanziare 270 autobus così suddivisi: revamping di altri 20 minibus elettrici + acquisto di 250 bus ibridi. 

A causa delle minori risorse disponibili, dovute all’esborso per l’usufrutto oneroso dei bus Consip (non previsto nel Piano iniziale), ATAC acquisterà solo 100 bus ibridi, che hanno un costo considerevole (ad ottobre si saprà se qualcuno si è offerto di fornire i bus ad ATAC – la gara è stata già rinviata ben 3 volte). 

Per arrivare al totale di 250 bus nuovi, ATAC dovrebbe comprarne altri 150 diesel (più economici), ma questo sarà quasi impossibile. ATAC infatti è molto al di sotto del servizio previsto dal Piano: dovrebbe fare corse per 89,6 Milioni di km, ma a malapena arriverà a 81 MlnKm, con perdite stimate in circa 35 Milioni€ con le penali. ATAC infatti incassa solo il 35% da biglietti e abbonamenti, mentre il 65% lo incassa dal Comune in base ai km realmente effettuati. 

Considerato che con 1 Milione di € si comprano circa 4 autobus, ATAC nel 2019 perderà giusto i soldi che servirebbero a comprare quei 150 mezzi.

Il Comune ha dichiarato che acquisterà i 100 bus previsti, sempre via Consip.

2021

Nei 2 anni precedenti sempre meno bus, meno corse, meno km, meno incassi, meno soldi per comprare nuovi bus. 

Ormai ATAC è entrata in una spirale negativa senza uscita. 

Si aggiunga che ATAC ha già programmato la rottamazione di centinaia di autobus vecchissimi e soggetti a numerosi guasti. 

Qui in tabella una stima.




ATAC rinasce?

Da notare che già qualche tempo fa avevamo espresso qualche dubbio sulla gestione degli acquisti, il post aveva un nome evocativo: Un piano per far fallire Atac




Di Mercurio Viaggiatore uno che mal sopporta la falsa manipolazione dei dati, per cui li analizza e li presenta in modo semplice e chiaro, spesso mostrando che il re è nudo. Per informazioni o segnalazioni mercurio@odisseaquotidiana.com




Iscriviti alla newsletter! Se desideri rimanere aggiornato, inserisci il tuo indirizzo email.

* indicates required
Email Format




Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News






Commenti