Atac, nasce un nuovo sport: il salto del tornello sulla Roma-Lido


Probabilmente alcuni dirigenti di ATAC pensano seriamente che l’azienda capitolina al trasporto pubblico possa interessarsi con successo alle discipline sportive, inventando nuove attività atletiche presso i propri locali ferroviari



Un’ipotesi che prende sempre più piede, considerato come un numero di utenti in crescita esponenziale continua a eludere i tornelli della Roma-Lido con gesti ginnici.

Mentre l’ATAC è a una passo dal fallimento e tra le cause vede soprattutto l’elusione dei biglietti sui propri mezzi pubblici, spiace vedere come questa drammatica situazione non sia mai stata affrontata concretamente dalla municipalizzata romana. 

A soffrire questa situazione sono soprattutto le stazioni presenti sulla Roma-Lido, che da Tor di Valle a Cristoforo Colombo vedono un controllo scarso se non addirittura nullo.

Ad Acilia è stata lanciata la disciplina olimpica del “salto del tornello“, con utenti che evadono i biglietti della stazione con veri e propri gesti atletici degni di nota: chi scavalca il tornello con balzi degni del “salto in alto”, chi spinge poderosamente “stile rugby” quegli utenti che timbrano civilmente il loro biglietto o il proprio abbonamento ai tornelli per fruire del trasporto pubblico della Città Eterna; chi addirittura si presta in prestazione degne della miglior “arrampicata” per entrare sui binari, scavalcando gli altissimi muri esterni della stazione come succede a Lido Centro e Stella Polare.

Non succede solo ad Acilia: Questa è Termini 

Prestazione atletiche così eccelse per evadere il biglietto che andrebbero notate dal CONI e le varie federazioni sportive italiane, che per alcuni “furbi” italiani troverebbero dei veri sportivi da far invidia alle altre nazioni.

Una situazione triste questa che si palesa sulla linea della Roma-Lido, che sotto la gestione di ATAC anche per questi fatti si è diplomata ben quattro volte come “linea ferroviaria peggiore d’Italia“.

Dopotutto le mancate entrate all’azienda – attraverso treni, metro e altri mezzi – si ripercuoto sulle condizioni del trasporto pubblico capitolino, che vede continuamente disservizi di ogni tipo o vetture in avaria.

Da Il Corriere della Città




Iscriviti alla newsletter! Se desideri rimanere aggiornato, inserisci il tuo indirizzo email.

* indicates required
Email Format




Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News





Commenti

Anonimo ha detto…
Qui bisognerebbe cominciare a fare come a Berlino: chi evadecil biglietto dopo tre volte, se non paga la multati passa al penale, e il giudice ti può condannare anche ad una breve pena detentiva. Solo che qui una cosa del genere è pura utopia.