Incontro pendolari Roma Nord e Regione Lazio


Questo è il comunicato congiunto del Comitato Pendolari ed i Comuni dopo l'incontro del 3 luglio in Regione Lazio per fare chiarezza e capire come la proprietà ha in mente di gestire la disastrosa situazione della Ferrovia Roma-Nord. Un piccolo spoiler: I cugini sono nella merda



Si è svolta questa mattina, presso gli uffici della Regione Lazio, una riunione tra i rappresentanti dell’assessorato regionale alla mobilità e gli amministratori dei comuni di Sant’Oreste, Rignano Flaminio, Soriano nel Cimino, Civita Castellana, Morlupo, Castelnuovo, Riano e Sacrofano per discutere dei disagi sulla Roma – Civitacastellana – Viterbo derivanti dalle prescrizioni in tema di sicurezza introdotte, a partire dal primo luglio, dall’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie

Alla presenza dei tecnici regionali e di Atac, e del consigliere Emiliano Minnucci, in qualità di rappresentante della commissione regionale Trasporti, sono state illustrate le soluzioni già messe in campo, attraverso il trasporto sostitutivo su gomma, e i futuri interventi destinati a riportare la linea ferroviaria ad una piena funzionalità nel breve, medio e lungo termine. 

Durante l’incontro è stato infatti illustrato il piano di investimenti della Regione Lazio sulla linea Roma – Viterbo e presentato il protocollo d’intesa tra Regione e amministrazioni comunali per l’istituzione di un tavolo permanente tra le parti. 

Strumento, questo, necessario a monitorare gli interventi, a concertare le strategie per l’efficentamento e il rilancio del servizio di trasporto pubblico della ferrovia ex-concessa e a sollecitare lo sblocco dei fondi sulla sicurezza ferroviaria da parte del governo. 

Anche la Termini-Centocelle sta patendo gli stessi disagi: forse anche di più

Inoltre su istanza degli amministratori si terrà, già nel corso della prossima settimana, una nuova riunione volta all’organizzazione di una rete di trasporto pubblico intercomunale che contribuirà ad attenuare i disagi ad oggi presenti. 


L’impegno delle parti è quello di arrivare al mese di settembre con un piano di trasporto integrato in grado di ridurre al minimo i disagi, collaborando fattivamente per il rispetto del cronoprogramma degli interventi strutturali, necessari a rendere la ferrovia Roma Nord una linea moderna in linea con gli standard europei. 

La Regione Lazio, su richiesta del consigliere Enrico Panunzi, ha già programmato un ulteriore incontro sul tema con i comuni della Provincia di Viterbo. 

Lo comunicano in una nota congiunta la Regione Lazio e i Comuni di Sant’Oreste, Rignano Flaminio, Soriano nel Cimino, Civita Castellana, Morlupo, Castelnuovo, Riano e Sacrofano.





Iscriviti alla newsletter! Se desideri rimanere aggiornato, inserisci il tuo indirizzo email.

* indicates required
Email Format




Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News






Commenti

Anonimo ha detto…
Beh, devo dire che mi fa piacere tutto questo interessamento da parte anche di alcuni comuni interessati dal percorso della ferrovia. I tempi, sotto questo aspetto, sono cambiati in meglio; ricordo quanto, invece, si opponevano alla ferrovia i comuni come Cave o Fiuggi, che portò alla morte, anche per altri motivi, la sfortunata ferrovia Roma-Fiuggi, che se si fosse salvata, oggi avrebbe avuto sicuramente un forte rilancio anche sotto l'aspetto turistico, e della quale oggi sopravvive solo il moncone Laziali-Giardinetti, limitato a Centocelle...