Incendio bus a Porta di Roma: fiamme e fumo in viale Carmelo Bene

Incendio bus a Porta di Roma: fiamme e fumo in viale Carmelo Bene


Autobus Atac in fiamme a Porta di Roma. E' accaduto poco dopo le 11:00 di domenica 23 giugno al capolinea di viale Carmelo Bene 325, nella zona del Parco delle Sabine, nel III Municipio Montesacro. 



L'incendio ha interessato la parte posteriore del mezzo pubblico della linea 80 con un'alta e densa colonna di fumo nera ben visibile da tutta la zona che ha allarmato le tante persone presenti al vicino centro commerciale Porta di Roma. 

Ancora da accertare con esattezza l'accaduto, nessuno è rimasto ferito né intossicato. Sul posto per accertare l'accaduto gli agenti della Polizia Locale di Roma Capitale. 

Intervenuta inoltre una squadra di vigili del fuoco del Comando di Roma. 

I pompieri hanno poi estinto le fiamme divampate dal vano motore posteriore del bus 80. 

Sul "principio d'incendio sul bus" è poi arrivata la nota di Atac: "Intorno alle 11.10, per cause da accertare, in via Carmelo Bene, su una vettura della linea 80  si e' sviluppato un principio d'incendio.

L'autista ha iniziato lo spegnimento delle fiamme che è stato concluso dai Vigili del fuoco, allertati da Atac e prontamente intervenuti. 

Non ci sono state conseguenze per le persone".

"Grazie alla campagna di investimenti in manutenzioni e ricambi effettuata da Atac - si legge ancora nella nota dell'Azienda dei Trasporti romana - dall'inizio del 2019 ad oggi sono stati registrati 11 casi di principi di incendio, meno della metà dei 25 casi accaduti nello stesso periodo del 2018, malgrado il parco mezzi sia un anno più vecchio".

Da Roma Today





Iscriviti alla newsletter! Se desideri rimanere aggiornato, inserisci il tuo indirizzo email.

* indicates required
Email Format




Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News






Commenti

Anonimo ha detto…
"Per cause da accertare..." (che non saranno mai accertate, tanto ormai è la regola che i bus romani prendano fucoco...); "Grazie alla campagna di investimenti dell'azienda...": ecco le solite chiacchiere di proforma di un'azienda che andava solo fatta fallire. Ma la finissero, questi buffoni.
Anonimo ha detto…
Continuo a chiedermi perchè gli autobus di una volta non andavano a fuoco tanto facilmente. E certo non avevano arredamenti, rivestimenti interni ed impianti anticendio come (mi auguro) dovrebbero avere questi odierni. Questi di oggi sono automatizzati, pressurizzati, climatizzati, condizionati, riscaldati, ribassati, nonchè dovrebbero essere autoestinguenti, ignifughi, con impianti automatici antincendio, ecc. ecc... e prendono fuoco come fossero di cartone. Chi ci capisce è bravo. Ridateci i FIAT 418 che è meglio, e buttate via tutti 'sti bidoni di oggi.