Roma, come cambierà la commissione trasporti dalla gestione Stefàno a quella Calabrese?


È arrivata con un post su Facebook la notizia dell’addio di Enrico Stefàno alla guida della commissione trasporti di Roma Capitale. L’ex presidente, ora numero uno dell’Assemblea Capitolina, ha lasciato il testimone al suo vice – il consigliere del M5S Pietro Calabrese – per dedicarsi con maggiori energie al nuovo incarico.



Enrico Stefàno è una figura importante dell’attuale amministrazione. Apprezzato anche da tanti non elettori grillini, Stefàno in questi anni ha risposto ai dubbi e alle critiche di blogger e utenti e non s’è sottratto al confronto con la cittadinanza. Una figura molto attiva e presente che – forse – sarà difficile da sostituire.

Cosa cambierà dunque con questo cambio al vertice?

Tra il serio e il faceto, Radiocolonna lo ha domandato a Carlo Tortorelli di Trenino Blu, blogger ed estimatore di Enrico Stefàno, a cui ha dedicato una lettera di addio.

In sostanza Trenino Blu – tornando seri – crede che sia presto per giudicare e che non si possa dare un parere preventivo su un operato ancora da appurare.

Tuttavia, spiega Tortorelli, si passa da un presidente (Stefàno) che pubblicava tutto su Youtube, che aveva una newsletter e che condivideva ogni cosa sul suo profilo a un altro (Calabrese) che non ha una newsletter e che potrebbe essere meno incline a interagire con utenti e blogger – spesso molto competenti e provocatori nelle proprie sortite – come il predecessore.

Tortorelli ritiene poco rassicurante per il futuro anche un tratto politico di Calabrese: il fatto di essere un grillino troppo integralista.

In ogni caso, come spiega Trenino Blu, è presto per fare previsioni ma è lecito pensare che le differenze tra la gestione Calabrese e quella Stefàno saranno maggiori delle analogie.

Da Radio Colonna


Iscriviti alla newsletter! Se desideri rimanere aggiornato, inserisci il tuo indirizzo email.

* indicates required
Email Format




Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News






Commenti