Nuova rete di bus notturni. Raggi: “Più collegamenti dal centro alla periferia”

Nuova rete di bus notturni. Raggi: “Più collegamenti dal centro alla periferia”


Dal 3 giugno 15 linee prolungheranno servizio sino alle 2. Dal 10 giugno tre nuove connessioni da mezzanotte all'alba e 13 linee potenziate



Una nuova rete di linee notturne e un servizio più capillare per tutti gli utenti del trasporto pubblico di Roma: a partire da lunedì 3 giugno Atac aumenterà e trasformerà l’offerta di bus così da garantire il servizio sull’intero territorio capitolino.

Il nuovo piano sarà diviso in due parti: nasceranno la Night to 2 (Nto2), con alcune linee diurne che prolungheranno il servizio fino alle 2 di notte, e la Night to 5 (Nto5) – attiva da lunedì 10 giugno – con linee in strada dalle 23.30 alle 5.

La Nto2 sarà composta in primo luogo da 15 linee diurne che avranno l’orario di esercizio esteso fino alle 2. 

Questi collegamenti avranno la duplice funzione di supportare la rete notturna servendo zone attualmente non coperte nelle ore notturne e quella di garantire, il venerdì e il sabato, il collegamento con le stazioni metro la cui ultima corsa è in programma all’1.30.

La Nto5 prevede tre 3 nuove linee (N543, N74 e N075) e la modifica e il potenziamento di 13 linee: tutte inizieranno il servizio alle 23.30 e proseguiranno fino alle 5 del mattino.

Per approfondire: Il dettaglio delle linee

“Roma si dota di una rete capillare di linee notturne, dal centro alle periferie. Nuove connessioni che ci permettono di garantire un servizio importante a tutti i cittadini e utenti del trasporto pubblico.

Un servizio pensato per venire incontro alle esigenze di chi vive la nostra città anche di notte, per lavoro o semplicemente per svago”, afferma la Sindaca di Roma Virginia Raggi.

“La nuova rete bus notturni è frutto della collaborazione tra Roma Capitale, Roma servizi per la mobilità e Atac, un lavoro di squadra che ci ha permesso di raggiungere un traguardo importante per ampliare e potenziare il servizio di superficie

Grazie alla nuova rete notturna saranno infatti servite zone attualmente non coperte e allo stesso tempo saranno disponibili collegamenti con le stazioni metro anche nel fine settimana. Collegamenti attesi dai cittadini e dai tanti lavoratori notturni della Capitale”, aggiunge l’Assessore alla Città in Movimento, Linda Meleo.

“Realizziamo un servizio che mancava nelle periferie. L’implementazione della rete di servizio notturno di trasporto pubblico è nata da un percorso lungo e partecipato in commissione e nei Municipi. 

La commissione Mobilità ha raccolto le istanze dei cittadini e, attraverso la razionalizzazione della rete, le ha messe a sistema per garantire un servizio adeguato nei territori, nati da un’espansione urbanistica frammentata, in cui oggi risiedono migliaia di cittadini romani”. 

Lo dichiarano il presidente della Commissione Mobilità, Pietro Calabrese, e il vice-presidente vicario dell’Assemblea Capitolina, Enrico Stefàno.

La rimodulazione porterà per gli utenti numerosi benefici:

  • servizio potenziato nella fascia oraria 23:30-2:00. Ossia quella che, dai monitoraggi, risulta essere la più frequentata soprattutto dal Centro verso la periferia della città;
  • collegamenti notturni estesi, sfruttando le linee diurne che prolungano l’orario, anche a zone periferiche densamente popolate che ne erano prive;
  • tre nuove linee che aumentano i collegamenti da e verso la periferia: la N543 che prende il posto delle corse prolungate della linea N12; la N075 che collega largo Preneste a Colle degli Abeti servendo la parte esterna di via Prenestina, Torre Angela e Ponte di Nona; la N74 che collega la stazione Laurentina a Tor Pagnotta;
  • offerta di trasporto potenziata a supporto della metropolitana il venerdì e il sabato quando il servizio metro è prolungato fino all’1.30;
  • potenziamento dei punti di interscambio della rete notturna;
  •  nuova denominazione dei collegamenti per una maggiore riconoscibilità e leggibilità della rete.




Iscriviti alla newsletter! Se desideri rimanere aggiornato, inserisci il tuo indirizzo email.

* indicates required
Email Format




Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News






Commenti

Anonimo ha detto…
Sì, ma pensassero anche ad organizzare dei controlli a bordo delle linee notturne, per una maggiore sicureza del personale e degli utenti, che non si ottiene semplicemente chiudendo l'autista in "cassaforte" con ridicole cabine blindate o roba simile. E questo lo dovrebbero fare soprattutto sulle linee serventi zone "calde" della città. Altrimenti, chi può, prenderà comunque l'automobile, perchè la sicurezza di viaggio, specialmente di notte, ove potrebbe essere frequente la presenza di balordi, sbandati e simili è fondamentale per l'utenza, ed è una delle prime cose che quest'ultima (giustamente) valuta.