La nuova linea Atac Ostia-Fiumicino Aeroporto bocciata dai social

La nuova linea Atac Ostia-Fiumicino Aeroporto bocciata dai social


Sperimentata da Atac e Campidoglio una linea tra le stazioni Roma-Lido ed il Leonardo da Vinci. La replica dei pendolari: inutile doppione del Cotral. Tu cosa ne pensi?



E’ una sonora bocciatura quella che sui social appare come risposta alla sperimentazione di una nuova linea Atac di collegamento tra le stazioni Roma-Lido e l’aeroporto di Fiumicino

Ad annunciarla è stato il presidente della commissione consiliare capitolina Mobilità e Trasporti Enrico Stefàno con un post e fotografie pubblicate sul suo profilo facebook. “Oggi pomeriggio – scrive Stefàno lunedì 4 marzo – con Atac Roma Roma Servizi per La Mobilità Aeroporti di Roma: Fiumicino – Ciampino, Municipio X e Dipartimento Mobilità e Trasporti abbiamo effettuato una prova percorso della nuova linea 060 che dovrebbe collegare l’Aeroporto di Fiumicino con la Ferrovia Roma Lido. 

Creando così un servizio, oggi totalmente inesistente, tra l’importante scalo romano e il sistema di trasporto pubblico su ferro della Capitale. 

Inoltre in questo modo i tantissimi lavoratori dell’Aeroporto (circa 40.000, molti residenti nel X Municipio) avrebbero finalmente la possibilità di raggiungere il posto di lavoro con il trasporto pubblico“.

Abbiamo ancora alcuni nodi da sciogliere, in particolare riguardo l’attestamento (Lido Centro o Acilia) e alcune valutazioni sulla produzione kilometrica e la modifica di altre linee -ammette Stefano – Potremmo vedere le prime corse per la fine di questa estate, ma cercheremo in ogni caso di stringere il più possibile i tempi“. 

La tariffazione sarà “bit ordinario“, ovvero al costo di un euro e mezzo, come anticipa Stefano.

In effetti l’iniziativa replicherebbe ciò che è stato fatto per l’aeroporto di Ciampino dove due diverse linee bus Atac collegano lo scalo rispettivamente alla stazione metro B Laurentina e alla stazione metro A Anagnina al costo di un euro e mezzo.

Sui social, però, non è stata accolta bene l’iniziativa. Da più parti i pendolari rimproverano che si tratterebbe di un doppione della già esistente linea Cotral e che l’impegno del Campidoglio dovrebbe essere finalizzato per altre linee. Omar osserva: “Da Ostia è solo un dispetto alla regione. C’è già il CoTraL”. 

Ma Maurizio gli ribatte: “Il problema sono le frequenze del Cotral“. “Non si comprende – aggiunge Renzo – la politica di sovrapporre vettori sulle stesse tratte,con dispendio di risorse pubbliche,che potrebbero essere invece utilizzate per potenziare servizi oggi totalmente carenti. 

Vorrei ricordare che un servizio pubblico gestito da un’azienda pubblica da Ostia lido centro,Ostia Antica , Fiumicino Aeroporto e viceversa è già esistente,con corse ogni 40 minuti, potenziato da un servizio Ostia Fiumicino paese con corse ogni 15/20 minuti“. Adriano polermizza: “In base alle attuali regole Metrebus viene considerato exurbano un bus/treno che abbia la fermata fuori dal territorio del comune di Roma. 

Quindi presumo che dopo il ponte della scafa, il bus dovrebbe ‘volare’ fino in aeroporto“. Emilio Paolo rincara la dose: “Invece di creare un inutile doppione, lo 060 va fatto partire da Acilia o Axa, in modo da collegare direttamente il vasto entroterra all’aeroporto, visto che oggi per fare soli 9 km ci vuole più di un’ora e la linea Cotral nel percorso di ritorno non permette neppure un collegamento diretto tra l’aeroporto e Ostia Antica“.

“La linea risulterebbe superflua visto che esiste già una linea Cotral che serve egregiamente il tratto interessato. Capisco la concorrenza da creare, ma visti i pregressi… tutti andrebbero sulla linea Atac visto che sarebbe gratis senza alcun controllore” rimprovera Fabio.

E Adriano osserva: “Non ci riescono proprio a mettersi a tavolino tre enti pubblici e trovare soluzioni? Il servizio Cotral che c’e già tra Lido Centro e Aeroporto andrebbe potenziato e velocizzato“.

Guido, conducente Atac, osserva che “la cabina bus è inidonea: dovrebbe essere separata dalla zona passeggeri per evitare il più possibile rischi di aggressioni e perché allo stesso tempo permette al conducente una visibilità di gran lunga migliore di quelli precedenti“.

Da Il Faro




Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News






Commenti