Atac: "Più 8% di corse sulle metro". Ma la linea C ha 5 treni su 13 fermi in manutenzione

Atac: "Più 8% di corse sulle metro". Ma la linea C ha 5 treni su 13 fermi in manutenzione


Atac: "Più 8% di corse sulle metro". Ma la linea C ha 5 treni su 13 fermi in manutenzione - I dati forniti in commissione Mobilità. Tra le criticità emerse anche quelle legate alle manutenzioni eterne di ascensori, scale mobili e montascale


Nel 2018 abbiamo raggiunto il 98% della produzione rispetto al contratto di servizio relativo alle metropolitane e segnato un +8% di corse. Abbiamo registrato 215 milioni di passaggi/utenti con il 9,9% di incremento.

Un aumento costante che abbiamo constatato dai primi mesi 2018. Ha pesato notevolmente l'apertura di San Giovanni, sia per la linea A che per la linea C".

A fornire i dati sulle prestazioni delle linee metro gestite da Atac il dott. Claudio Scelletta, dirigente della partecipata tra i convocati in commissione Mobilità per fare il punto sullo stato dell'arte delle linee metro.

Buone performance quelle portate sul tavolo di via Capitan Bavastro, ma con alcune falle ancora da rattoppare. Sulla linea C ,"il problema è il consumo abnorme di ruote che ha ridotto il numero del materiale rotabile a disposizione.

Ad oggi abbiamo solo 8 treni su 13. Gli altri 5 sono in manutenzione proprio per la sostituzione delle ruote. Contiamo di poterne uscire presto" ha spiegato Andrea Sciotti, responsabile del procedimento della terza metropolitana della Capitale, la Pantano-San Giovanni.

"Stiamo per contestare al contraente generale, Metro C spa, il problema dell'eccessivo consumo delle ruote della linea C come un difetto grave" spiega ancora con riferimento a un contenzioso che si aprirà a breve. "Parliamo di danni diretti come l'acquisto anticipato delle ruote da parte di Atac o l'integrazione di lubrificazione.

Stiamo facendo, quindi, le valutazioni per andare in giudizio civile per chiedere maggiori danni, oltre a quelli diretti". Per rendere l'idea in numero: le ruote del materiale rotabile della linea C dovevano essere sostituite a 650mila chilometri. Sono state cambiate a 300mila. Meno della metà.

Tra i problemi sollevati in Commissione le condizioni di scale mobili, montascale e ascensori sulle linee metro: 21 impianti di altrettante stazioni sono guasti e in manutenzione. Ma il vero nodo sono i ricambi. Eterni i tempi di attesi dalle ditte appaltatrici.

Su questo il consigliere Pietro Calabrese ha promesso di vigilare: "Ho chiesto all'azienda un report e un cronoprogramma con interventi e fondi spesi, ma anche controlli sui presidi fissi di manutenzione, previsti dal contratto di gara, che spesso non ci sono".

Da Roma Today




Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News






Commenti

Augusto Rossi ha detto…
No no sono molti di piu in manutenzione. In qualche occasione c'erano solo quattro treni in circolazione
Anonimo ha detto…
Ormai credo sia più che evidente che qui a Roma, dietro roboanti proclami del tipo "Abbiamo fatto questo, ora faremo quello..." ecc. c'è una situazione catastrofica del trasporto pubblico locale, dalla quale difficilmente se ne verrà fuori.
Anonimo ha detto…
Io credo che la situazione attuale sia peggiore pure di quella dell'immediato dopoguerra, più o meno quando l'ATAG divenne ATAC...almeno all'epoca ci si rimboccò tutti le maniche con impegno e dedizione pur di ricostruire. Non a caso, tanto per fare un esempio, i treni della ferrovia Roma-Lido furono in grado, a partire dal 1946, di ricostruirli (ed addirittura ammodernarli) all'aperto, in un'area presso i Mercati Generali e con attrezzature di fortuna. Oggi non si riesce neppure ad effettuare una manutenzione regolare ed accurata di impianti fissi e materiale rotabile; pensate un po' che differenza...