Subscribe Us

Metro E e Metro F, i comitati: tradito il PUMS

Metro E e Metro F, i comitati: tradito il PUMS


È un post durissimo quello pubblicato dai comitati sul futuro dei trasporti pubblici di Roma. Oggetto del contendere il PUMS, quel Piano Urbano della Mobilità Sostenibile che – ascoltato il parere e le proposte dei cittadini – dovrebbe tracciare il futuro della mobilità capitolina in base a un’impostazione partecipativa.


A denunciare quello che viene chiamato con un po’ di enfasi ‘il tradimento del PUMS’ è Salviamo la Metro C, comitato che si batte da tempo per far sviluppare ‘il ferro’ di Roma.

Per orientarsi in questa complicata matassa fatta di progetti, prospetti e buone intenzioni, bisogna partire dallo Scenario di Piano del trasporto pubblico capitolino. Ovvero il documento che racconta i progetti che verranno finanziati da qui ai prossimi 10 anni. 

A dicembre Radiocolonna aveva raccontato la storia della sparizione dal piano del prolungamento della Metro B1 fino a Bufalotta. Votato in massa sul PUMS ma escluso dal prospetto. Ora Salviamo la Metro C denuncia la sparizione dallo Scenario di altre due progetti: la Linea e la Metro F.

Il primo è l’idea ambiziosa di potenziare la Roma-Lido rendendola una metropolitana e attaccandola alla Metro B1

Il secondo progetto prevede la trasformazione della tratta urbana della Roma-Viterbo (Flaminio-Montebello) in una metro sul modello della L6 di Barcellona

Entrambe le proposte molto apprezzate nella graduatoria finale del PUMS

Il comitato segnala anche un cambio di prospettiva tra la versione dello Scenario a ottobre 2018 e quella a dicembre 2018.

Da ‘potenziamento e nuova immagine per Roma-Lido e Roma-Viterbo come Linea E e Linea F a un più generico ‘potenziamento e Adeguamento di Roma Lido e Roma Nord’

“Possiamo leggere dallo Scenario di Piano che già erano saltate la Saxa Rubra Laurentina nella sua interezza, il prolungamento della Metro A, quello della B1, sostituite dal tragico spezzatino, dalla funivia e dal brucomela tutti in bella mostra sul documento – conclude il comitato – con gli altri due caduti a tradimento, siamo già a 5 piccoli indiani fatti sparire dalla Top10 del PUMS votato dai Romani. Vediamo quanto tempo ci mettono alla giunta a far sparire gli altri cinque”.

Da Radio Colonna



Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News






Posta un commento

0 Commenti