Il Comune di Roma vende autobus usati per nuovi ?

Il Comune di Roma vende autobus usati per nuovi


Con un ritardo di un anno e mezzo, il 22 novembre 2018 è stato pubblicato il bando di gara europeo per l’affidamento delle linee di trasporto pubblico periferico di Roma. Ma c'è una clausola di acquisto alquanto strana



Sono le 103 linee bus attualmente gestite dal consorzio privato RomaTPL con autobus di sua proprietà, ma indistinguibili da quelli ATAC perché hanno stessa livrea e logo ATAC.

Nel bando è previsto l’obbligo per il subentrante di acquistare i 442 autobus attualmente usati da RomaTPL ad un valore  complessivo di 61 Milioni di euro (valore residuo stimato al 31.03.2019 - IVA esclusa).

Nel bando però non è riportato il prezzo di acquisto “a nuovo” di questi autobus, inoltre si stabilisce che il valore dei mezzi è “nello stato d’uso in cui si trovano”, senza specificare se gli autobus debbano essere anche funzionanti e quindi prontamente utilizzabili (come logica vorrebbe).

La stranezza più grande è che il prezzo di vendita di questi autobus è stato stabilito prima ancora che venissero comprati. 

Il valore di 61 Milioni di euro è infatti riportato nel contratto di servizio stipulato nel 2010, mentre RomaTPL ha comprato questi autobus successivamente, tra il 2011 ed il 2016.

Nel bando è riportato l’elenco preciso delle vetture in vendita al subentrante. Ci sono diverse vetture che attirano l’attenzione:


  • Vettura 9771: andata completamente distrutta dalle fiamme il 26/06/2018, ben 5 mesi prima della pubblicazione del bando. L’Aggiudicatario dovrà comprarsi anche questa, per quasi 160mila euro? Perché l’elenco non è stato aggiornato? 
  • 14 vetture mai rilevate da almeno un anno. Potrebbero avere il GPS non funzionante (ipotesi comunque plausibile), ma se invece fossero guaste e non in condizioni di circolare, l’Aggiudicatario dovrà comprarsele lo stesso per un paio di milioncini? 
  • 19 vetture di fabbricazione turca che RomaTPL, secondo quanto riporta Wikipedia e alcuni siti di appassionati, avrebbe comprato USATE dalla Germania (per buona parte “km zero”). Il contratto con il Comune di Roma prevede l’acquisto solo di vetture nuove. Non sappiamo come il Campidoglio abbia sanato quest’anomalia, sempre che l’abbia fatto e sempre che il fatto sia confermato.   




Calcolando a ritroso il valore d’acquisto di questi autobus (nel bando è stato considerato un ammortamento in 12,4 anni) ricaviamo un valore presumibile di acquisto di circa 250mila euro per ciascuno. Sembra davvero eccessivo, se sono stati realmente comprati usati.

La clausola d’acquisto, dai fatti evidenziati, sembra essere vessatoria. Non è quindi un caso che le domande dei 4 competitors al momento interessati alla gara (BusItalia, Cilia Italia - RATP, Unindustria, SATA) si siano concentrate specialmente su questo punto.

È altamente probabile che ci saranno dei ricorsi a questo bando del Comune di Roma, con perdita di tempo e ulteriore proroga dell’attuale contratto a RomaTPL. Il termine per la presentazione delle offerte è il 18 Marzo, tra 2 mesi.




Di Mercurio Viaggiatore uno che mal sopporta la falsa manipolazione dei dati, per cui li analizza e li presenta in modo semplice e chiaro, spesso mostrando che il re è nudo. Per informazioni o segnalazioni mercurio@odisseaquotidiana.com






Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News






Commenti