Atac - bando per 240 bus ibridi. Ma è la scelta migliore?


Atac - bando per 240 bus ibridi. Ma è la scelta migliore?


Nel corso della Commissione Mobilità tenutasi nella mattinata del 25 gennaio è stato annunciato l'avvio di una gara, nel mese di febbraio, per acquistare 240 bus ibridi.



Questa scelta, tuttavia, ci appare alquanto inappropriata,considerando la fase aziendale di Atac.

Attualmente, infatti, l'azienda necessità del maggior numero possibile di mezzi per far ripartire la produzione chilometrica e, considerando il maggior costo dei bus ibridi, questa decisione porterà nelle rimesse Atac un numero di bus inferiore di almeno 140 unità rispetto allo stesso investimento in mezzi diesel.

Qui il video integrale della Commissione Mobilità

Pur comprendendo la necessità di scegliere alimentazioni il più possibile ecosostenibili, non appare certo questo il momento per scegliere tecnologie più costose.


Allo stato attuale si devono massimizzare le risorse disponibili per ottenere più bus possibili. Solo in una successiva fase, quando Atac sara in grado di produrre la quasi totalità dei chilometri previsti, si potrà pensare a rinnovare la flotta secondo criteri di sostenibilità ambientale e non di massimizzazione della produzione.

Preferireste avere una flotta meno inquinante e sottodimensionata, attendendo parecchio alle fermate, oppure avere una flotta leggermente più inquinante e numericamente adeguata che permetterebbe di effettuare la quasi totalità delle corse?


Autore: @Franz6081, per Odissea Quotidiana. Studente Romano appassionato - tra le altre cose - di trasporti e mobilità. Per informazioni o segnalazioni, puoi scrivere a franz@odisseaquotidiana.com




Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News






Commenti

Anonimo ha detto…
La scelta più logica sarebbe quella di levarsi dalle scatole l'ATAC. Ma, purtroppo, è un sogno che non si avvera...
Anonimo ha detto…
Questa domanda sull'inquinamento é insensata. Aldilà dei problemi che abbiamo con il TPL romano non si può discutere se sia meglio inquinare di più o di meno in relazione al numero di bus. Piuttosto si sbrighino a farli arrivare.
Anonimo ha detto…
Se fin dall'inizio non prevederanno di fare, magari in full service per alcuni anni, una manutenzione regolare ed accurata, dureranno da Natale a Santo Stefano, come si suol dire.