Novembre record per Atac, +30% biglietti turistici


Fermo restando che comunque si legga l'aumento delle vendite dei biglietti è una cosa positiva, ma questa notizia impone due riflessioni: 1 solo ai turisti? 2 Non deve passare l'idea che il fine ultimo di Atac è vendere i biglietti, lo scopo finale di un'azienda pubblica è fare servizio pubblico


“Prosegue il trend positivo dei ricavi da titoli di viaggio iniziato col 2018. Atac infatti si avvia a chiudere il mese di novembre con ricavi che sfiorano i 24 milioni di euro, segnando una crescita del 4,3% rispetto a novembre 2017, superiore anche alle previsioni di budget. Il risultato migliora ulteriormente il dato complessivo del 2018 che vede ricavi in progresso del 2,6% rispetto ai primi undici mesi del 2017”.


Lo ha comunicato Atac, sottolineando il “boom dei titoli turistici”. “Al risultato del mese di novembre ha contribuito l’ottimo andamento dei ricavi da titoli turistici (24h, 48H,72H, CIS), cresciuti del 30,8% rispetto allo stesso mese del 2017.

Il risultato migliora la performance registrata dai titoli turistici nel 2018, i cui ricavi da inizio anno sono cresciuti dell’11,4% rispetto allo stesso periodo del 2017. Il dato dimostra che Atac ha saputo intercettare e valorizzare il trend positivo di arrivi turistici che si è registrato nel corso del 2018.

Grande successo dei nuovi collegamenti da Ciampino. L’esempio più calzante è quello offerto dall’analisi delle vendite all’aeroporto di Ciampino, dove Atac ha realizzato due collegamenti bus con le linee A e B della metropolitana: la linea 720, in esercizio dal settembre 2017, che collega l’aeroporto con la stazione metro B di Laurentina, e la linea 520, attivata a marzo 2018, che collega il terminal con le fermate Subaugusta e Cinecittà della linea A. 

Da settembre 2017 a settembre 2018 i ricavi delle vendite da Ciampino si sono moltiplicati per oltre sei volte rispetto a quelli realizzati nello stesso periodo dell’anno precedente. L’aumento dei ricavi nei primi 11 mesi dell’anno. 

Nel primi undici mesi dell’anno, complessivamente, i ricavi da titoli di viaggio hanno superato i 248 milioni di euro, migliorando le previsioni di budget dello 0,7% e in crescita del 2,6% rispetto ai primi undici mesi del 2017. Oltre ai titoli turistici, si segnala l’aumento dei ricavi registrato sui BIT 100 minuti (+2,5%) e la notevole crescita (+150%) dei ricavi da titoli venduti tramite il canale dematerializzato B+, che consente di acquistare titoli tramite lo smartphone”, ha concluso l’azienda.

Da Radio Colonna


Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News




Commenti