Meleo: "La proprietà delle Ferrovie Concesse passi dalla Regione al Comune"



Spostare la proprietà delle ferrovie ex concesse dalla Regione Lazio al Comune di Roma. E' questa la richiesta dell'amministrazione capitolina al tavolo tra i due enti locali - Abbiamo dei progetti, ha aggiunto Linda Meleo, vediamo quali


Spostare la proprietà delle ferrovie ex concesse dalla Regione Lazio al Comune di Roma. E' questa la richiesta effettuata questa mattina dall'amministrazione capitolina al tavolo tra i due enti locali richiesto da Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti Roma e Lazio sul "futuro delle linee Roma-Giardinetti; Roma-Lido e Roma-Viterbo". 

Ha spiegato l'assessora ai Trasporti, Linda Meleo: "Come Roma Capitale abbiamo chiesto alla Regione il trasferimento di proprietà di questi collegamenti strategici per la nostra città. L’amministrazione capitolina ha progetti precisi per la riqualificazione delle linee". 

Oggi, ha spiegato ancora Meleo, "in Assessorato ho ricevuto i rappresentati sindacali di Cgil, Cisl, Uil e Ugl, nell’ambito del progetto 'Fabbrica per Roma' per esporre e condividere i progetti legati alla mobilità che Roma Capitale sta portando avanti con nuovi investimenti mirati e con una precisa programmazione. 

Seguiranno altri appuntamenti in un’ottica di stretta collaborazione e confronto fra le parti" ha concluso

Per approfondire: L’insostenibile pesantezza di essere la Roma-Lido

Nei giorni scorsi i sindacati avevano diramato questa nota: "Abbiamo richiesto alla Regione Lazio e a Roma Capitale un incontro urgente sul sistema dei trasporti laziale e capitolino: un tema che riteniamo cruciale per l’economia, la vivibilità, il futuro del territorio” le parole dei segretari generali della Filt-Cgil, della Fit-Cisl e della Uiltrasporti di Roma e Lazio, Eugenio Stanziale, Marino Masucci e Simona Rossitto, che hanno indirizzato la richiesta all’assessore ai Trasporti, Infrastrutture, Lavori Pubblici e Tutela del Territorio e Piccoli Comuni della Regione Lazio, Mauro Alessandri, e all’assessora alla Città in movimento di Roma Capitale, Linda Meleo.

"Riteniamo improcrastinabile l’elaborazione di un piano della mobilità che sia strategico, intermodale, ben organizzato e attentamente soppesato: senza una visione pianificatrice e lungimirante, sostenuta da una costante collaborazione tra istituzioni e da un fitto dialogo con le parti sociali, non si può che navigare a vista. 

E’arrivato il momento di dare risposte concrete ai cittadini e ai lavoratori della regione e della Capitale”. A partire dalle ex concesse. 

Da Roma Today






Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News




Commenti

Anonimo ha detto…
Ma l'assessore attuale non lo sa che la competenza delle ferrovie regionali ex concesse è, appunto, della Regione (Lazio, in questo caso)? Passi poi il cedere al comune di Roma la Lido (diventando metropolitana) e la Giardinetti (diventando tramvia), poichè entrambe sono nel territorio comunale, ma per la extraurbana Roma Nord come la mettiamo? Chi se la prende? Tra l'altro, quest'ultima attraversa il territorio di Roma Capitale, la Città Metropolitana di Roma Capitale e la Provincia di Viterbo. A chi la diamo?!
Per inciso, in Italia esiste ancora UNA ferrovia ex concessa di proprietà dello Stato: la Domodossola-Locarno (essendo internazionale). Tutte le altre sono di proprietà e di competenza delle Regioni (e delle due Provincie Autonome di Trento e Bolzano), lo stabilisce la legge questo.