Tor di Valle, la stazione della vergogna



A Tor di Valle c'è una stazione che è una discarica a cielo aperto ed oggi è possibile visitarne i resti che dovevano essere una stazione più moderna e invece sono direttamente archeologia monnezzara, questa è la stazione della vergogna (Galleria di immagini)



A Tor di Valle c'è una stazione che è una discarica a cielo aperto, e oggi (6 novembre) hanno levato le transenne, così è finalmente possibile visitarne i resti che dovevano essere una stazione più moderna e invece sono direttamente archeologia monnezzara. 

Bravi tutti


Comunque per l'immondizia, un'idea ce l'avrei.. facciamo pascolare i ratti.

Segnalazione e foto di franatopos 


Nota dal Comitato Pendolari Roma-Lido


I lavori sono formalmente fermi da fine dell'agosto 2017 a causa del mancato pagamento dell'appaltatore da parte di Atac, nonostante le rassicurazioni di Paolo Ferrara ed Enrico Stefàno che a maggio del 2017 promisero la fine dei lavori entro il dicembre 2017. Con la Regione Lazio e Nicola Zingaretti silenti.


Roma, Tor di Valle, la stazione della vergogna



Degradata, fatiscente, senza ascensore e con i servizi igienici fuori uso. È così che si presenta la stazione di Tor di Valle, una fermata ferroviaria sulla linea Roma- Lido, che collega il quartiere di Ostia con il resto della capitale. 

Vuoi conoscere tutta la storia di Tor di Valle: Qui trovi tutti i post

Quando arrivi in stazione ad accoglierti ci sono cumuli di rifiuti abbandonati in terra ed erba alta incolta. L'area è transennata con i nastri arancioni della polizia locale per motivi di sicurezza. 


E poi, nel sottopasso pedonale, ecco altri inconvenienti: infiltrazioni sui muri e una passerella traballante, che è stata montata per permettere alle persone di entrare in stazione. La biglietteria funziona, ma accetta solo monetine e non banconote. 

Alcuni pendolari, infatti, si sono "attrezzati" diversamente: "Ho scaricato l'app per smartphone mycicero - racconta una ragazza - Così non rischio di restare senza ticket". Ma non è tutto: "Ci sono anche i topi!", esclama un uomo mentre attraversa la pedana instabile.

Insomma, i disagi per entrare in stazione sono infiniti, soprattutto per le persone diversamente abili. Sul posto sono presenti gli uomini addetti alla sicurezza e il personale dell'Atac: "L'unica soluzione è fare lo stadio", commenta uno di loro. 


Gli altri glissano ma il degrado è sotto gli occhi di tutti. "Assurdo come numerosi romani e residenti siano costretti a vivere quotidianamente il degrado che regna dentro la stazione Atac di Tor di Valle con vegetazione incontrollata e sporcizia ovunque", segnalano il consigliere comunale Francesco Figlomeni di Fratelli d'Italia e il presidente del club delle libertà per le politiche sociali e sicurezza Marco Rollero di Forza Italia. 

"Ma il pezzo forte - aggiungono - è il sottopasso che collega le due banchine dove troviamo un tunnel di pochi metri degno dei migliori film horror".

Da Repubblica

Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News


Commenti