Ce sta a praivasi...


tweet infoatac

Torniamo ad un discorso che ci sta a cuore da molti anni - Capita spesso che gli utenti del servizio pubblico romano, stanchi delle condizioni in cui viaggiano, postino sui social vagoni strapieni di gente o vetture sovraffollate. 


Se il post è diretto all'infoatac la risposta che si può ricevere è quella che vi abbiamo appena mostrato: da un lato abbiamo la scusa buona degli addetti per poter sviare l'attenzione su altra questione e non rispondere ma dall'altro abbiamo il problema della privacy su cui vorremmo fare chiarezza.

fotografia


E' legale filmare o fotografarepersone sconosciutein un luogo pubblico?



Abbiamo fatto un giro sul web abbiamo trovato un sito specializzato in materia che tratta in modo approfondito la questione privacy in luoghi pubbici. Fermo restando che è ammesso fare foto per motivi personali, cioè su cui non è previsto un fine commerciale o un guadagno, abbiamo trovato una prima deroga alla questione "se fai una foto a un soggetto devi farti dare l'autorizzazione" ed è per motivi giornalistici e culturali:


la legge è uguale per tutti


La legge non richiede il consenso dell’interessato (salvo che si tratti di minorenne) quando la foto viene scattata per ragioni di carattere culturale, scientifico o, più in generale, giornalistico [Art. 97 L. n. 633/1941]. 

Attenzione però: quando si parla di giornalismo si intendono solo le testate registrate in tribunale e aventi il carattere del giornale tradizionale (periodicità di pubblicazione, professionalità, ecc.). Non fa giornalismo l’autore del blog su internet che pubblica le immagini dei passanti su una strada nell’ambito di un articolo, ad esempio, dedicato allo shopping natalizio.



privacy


Se chi fotografa non è un giornalista resta comunque la natura culturale/scientifica (stiamo fotografando il disagio in metro) che non è soggetta alle limitazioni sulla privacy. 

Più precisamente, continuando a leggere la medesima pagina scopriamo che:


...non è lecito fotografare le persone per strada a loro insaputa; tantomeno lo è pubblicare gli scatti su internet. (...) Se applicassimo però, alla lettera, questa regola si avrebbe che in nessuna strada o piazza si potrebbe scattare una foto a meno che non sia completamente deserta, il che è ovviamente impossibile.

Allora, per non commettere un illecito è sufficiente che i passanti non siano riconoscibili o, quantomeno, non siano l’oggetto principale della fotografia

Se una coppia si fa un selfie su una panchina del parco e, di sfondo, appaiono altre persone non commettono illecito, ma queste ultime possono comunque pretendere che l’immagine sia cancellata.




Se una persona vuol scattare una foto a una strada cittadina non può chiedere a tutti i passanti di andare via, ma ben può fare lo scatto; non potrebbe però farlo se l’oggetto principale della sua foto è proprio il passante, magari mentre acquista la frutta al mercato o esce da un negozio con le buste dello shopping.




Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News


Commenti