Raggi: in Atac tra marzo e giugno assenze scese dell’1,5%




Prosegue lo storytelling. Raggi: "Il risanamento dell’Atac passa anche attraverso il rispetto delle regole. È uno degli impegni che i nuovi vertici ha messo in campo per rifondare l’azienda e ripianare i debiti accumulati nel passato"



(askanews) – “Il risanamento dell’Atac passa anche attraverso il rispetto delle regole. È uno degli impegni che i nuovi vertici ha messo in campo per rifondare l’azienda e ripianare i debiti accumulati nel passato. 

La task force anti-assenteismo sta funzionando. 

Lo dimostrano gli ultimi dati disponibili sulle presenze del personale. Tra il primo e il secondo trimestre di quest’anno il tasso di assenze del personale è sceso di un punto e mezzo. È un segnale di inversione della tendenza”. 

Lo comunica la sindaca di Roma Virginia Raggi su Fb. “Chi lavora va premiato e incentivato. Sono stati adottati accordi che favoriscono la produttività. È per il rispetto che si deve a chi lavora onestamente in azienda tutti i giorni. 

D’altra parte è necessario rigore per chi cerca scappatoie o infrange la legge, facendo pagare il conto dei propri comportamenti alla città”, aggiunge Raggi. 

“Una migliore gestione del personale significa più corse, più chilometri percorsi, più servizi ai cittadini. 

Perché efficienza, merito e riduzione dei costi sono i pilastri di una nuova Atac al servizio dei cittadini”, conclude.


Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News


Commenti