Codacons su polveri sottili in metro: “Se confermato scatterà class action contro Atac”


In arrivo una possibile class action contro Atac promossa dal Codacons per conto di tutti gli abbonati al trasporto pubblico locale di Roma Capitale e dei passeggeri abituali della linea B della metro. 



Ne dà notizia l’associazione dei consumatori, dopo le indagini disposte dalla Procura di Roma sulle polveri sottili presenti nei vagoni della metropolitana capitolina.

E’ di questi giorni la notizia che la magistratura ha disposto una consulenza sulle polveri sottili presenti all’interno dei convogli della metro B, a seguito di alcune rilevazioni che avrebbero accertato lo sforamento dei limiti al Pm10 previsti dalla legge – spiega il Codacons – Il problema riguarderebbe i treni più vecchi della linea B, che viaggiano senza climatizzazione costringendo i passeggeri ad aprire i finestrini, da cui poi entrerebbero le pericolosissime polveri sottili che si diffondono dalle galleria agli scomparti.

“Se sarà accertato lo sforamento ai limiti di inquinamento dell’aria all’interno della metro, sarà inevitabile una class action da parte del Codacons contro Atac, per conto di tutti gli utenti della linea e in relazione ai gravi rischi corsi sul fronte della salute, essendo note a tutti le conseguenze di una concentrazione eccessiva di Pm10 sull’organismo umano” – dichiara il presidente Carlo Rienzi.

Da Casilina News


Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News


Commenti