Il grande bluff



Per la serie "freghiamo la comunità", parliamo oggi del nuovo servizio che da qualche giorno è attivo sulla rete Atac: il collegamento tra il deposito di Tor Pagnotta, via Laurentina e il centro città


Attaccatialbus per Odissea Quotidiana




Tale servizio, annunciato in pompa magna da amministratori e ATAC, è di fatto una DOPPIA FREGATURA ai danni della comunità, oltre che un'iniziativa propagandistica dell'amministrazione comunale che di fatto non migliorerà ne potenzierà il servizio attuale.

La prima fregatura è per l'utenza del servizio: il servizio non ha orari e non rispetterà orari; i mezzi passano quando e come vogliono loro in base ai turni degli autisti che vanno a prendere servizio o ritornano in deposito. 

Impossibile protestare se il mezzo non passa: l'orario non c'è.

Impossibile protestare se l'autista salta la fermata: qualsiasi scusa sarà buona per far passare per "non in servizio" il mezzo in questione


La seconda fregatura, secondo noi molto più grave, è per tutti: il servizio verrà fatturato al comune in termini di km effettivamente erogati e ATAC riceverà dalle casse del comune dei soldi senza aver fatto alcun tipo di sforzo; questi mezzi infatti, per forza di cose, devono uscire e rientrare in deposito durante la giornata a prescindere dalla presenza di queste "nuove linee". 

La mancanza di orari garantiti poi è un assist fantastico per ATAC.

A dirla tutta infine, non è nemmeno una grande genialata di questa nuova amministrazione: esistono già numerose linee fatte con lo stesso criterio, con scarsissima affluenza (vedi fregatura numero uno) e che servono a far incassare soldi facili ad ATAC.



Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News


Commenti