Roma-Lido: l'ennesima presa in giro



Alla fine i nodi vengono al pettine, la Roma-Lido più che potenziare il servizio nel week end, rimodula di più. Ho chiesto pubblicamente ad Enrico Sefàno di far cancellare da Atac ogni riferimento a questo servizio potenziato ed al Presidente Zingaretti di verificare che i soldi richiesti dal Contratto di Servizio, tengano conto del non servizio erogato. Non conterò nulla, ma non ci sto ad essere preso per il culo da una società fallita



A volete essere buoni profeti è troppo facile, quando non più di una settimana fa Atac annunciava in pompa magna di aver previsto un piano per potenziare la Roma-Lido nei week end e favorire chi voleva recarsi al mare coi mezzi pubblici, avevo scritto testualmente:
Siamo al limite del ridicolo: Atac annuncia che da domenica 8 luglio sino al 9 settembre servizio estivo sarà intensificato.
Stesso pensiero di quando il Sindaco Raggi ad aprile annunciava più o meno lo stesso, senza peraltro giustificare il modo in cui si sarebbe potuto attuare questo potenziamento.

E dire che l'idea era veramente buona: dopo aver creato e potenziato le linee autobus che vanno verso il mare, si potenziava anche la Roma-Lido per evitare lunghe file di romani innervositi sulla Cristoforo Colombo.

Ma, come spesso accade, questo piano è rimasto solo sulla carta. Se la situazione ha retto - nemmeno tanto - la scorsa domenica, questo week end è un inferno.

Ieri la Roma-Lido era rimodulata ogni mezz'ora, oggi è comparso per la prima volta questo annuncio su twitter:

Risultato: la Roma-Lido va malissimo, gli utenti preferiscono l'auto privata e si sta tutti in fila sulla Colombo.

Ma l'annuncio ed il relativo comunicato è stato fatto. E questo pare bastare.

Invece no! Non basta annunciare una cosa per averla fatta, sennò sarei capace anche io, per cui ho chiesto pubblicamente ad Enrico Stefàno, presidente della Commissione Mobilità di Roma di far cancellare da Atac ogni riferimento a questo servizio potenziato ed al Presidente Zingaretti di verificare che i soldi richiesti dal Contratto di Servizio, tengano conto del non servizio erogato.

Non conterò molto, ma essere preso in giro da persone che in condizioni normali farebbero parte di una società già fallita, non ci sto.



Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News


Commenti