Cos'è una stazione ferroviaria?



Cos'è una stazione ferroviaria? Una stazione è un impianto ferroviario, normalmente presenziato, nel quale si svolgono tutte le attività che riguardano i passeggeri e l'esercizio ferroviario, ovvero il movimento e la manutenzione dei treni



Una stazione è un impianto ferroviario, normalmente presenziato, nel quale si svolgono tutte le attività che riguardano i passeggeri – arrivi e partenze – e l'esercizio ferroviario, ovvero il movimento e la manutenzione dei rotabili (i treni) ed in cui esiste l’attrezzatura necessaria per effettuare le operazioni essenziali della circolazione ferroviaria:
  • incroci
  • precedenze
  • manovre

Questo significa che da un punto di vista impiantistico, una stazione ferroviaria è dotata di almeno due binari ed uno scambio, per avere la possibilità di effettuare incroci o precedenze fra treni e di comporre e scomporre i convogli ferroviari, non è il caso della Roma-Lido dove i treni sono già formati, ma è una regola generale.


Queste operazioni hanno bisogno di diversi tipi di binari e la presenza è un indizio in più per stabilire se ci troviamo davanti ad una stazione o a una fermata, nel dettaglio si distinguono:
  • i binari di circolazione – arrivo, partenza o transito dei treni;
  • i binari secondari – non adibiti al movimento dei treni.

In base alla posizione del fabbricato viaggiatori rispetto al fascio principale dei binari si possono distinguere:
  • stazioni di transito, nelle quali i treni possono arrivare e partire senza invertire la marcia;
  • stazioni di testa, presso le quali tutti i binari terminano con un respingente ed il treno, per poter proseguire, deve invertire la marcia, per esempio Porta San Paolo o Colombo. Questi ultimi sono volgarmente chiamati capilinea.




Vuoi muoverti meglio con il trasporto pubblico a Roma?
Rimani informato con il nostro canale Telegram
Roma Trasporti News


Commenti